La casa del futuro sarà efficiente e sostenibile

Le nuove tecnologie stanno radicalmente cambiando l’assetto delle nostre abitazioni. I trend di oggi ci permettono già di capire come sarà la casa del futuro: un ambiente efficiente, sostenibile e a misura d'uomo

Smart Home

Quando si parla della casa di oggi ci sono delle parole chiave che vengono in mente nell’immediato. Sostenibilità, tecnologia, efficienza energetica e comfort sono tra queste. Le nostre abitazioni si stanno infatti muovendo sempre di più verso simili direzioni, in parte per adattarsi alla necessità di tutelare il nostro Pianeta, in parte per assicurare un crescente livello di benessere a tutti noi. Ma quali sono i principali trend che stanno guidando l’evoluzione verso la casa del futuro? Scopriamoli insieme.

Sostenibilità al centro dell’attenzione

La sostenibilità è il punto di partenza cruciale per comprendere come sarà la casa del futuro. Anche in considerazione degli obiettivi legati all’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, negli ultimi anni l’attenzione nei confronti dell’ambiente è cresciuta in maniera esponenziale. Come, d’altronde, si è assistito a un evidente aumento della sensibilità ecologista tra i cittadini.

Nella fascia della popolazione più giovane, un input decisivo è stato offerto dal contributo di Greta Thunberg e del movimento nato spontaneamente sotto il suo esempio: i ragazzi dei Fridays for Future. Le proteste pacifiche condotte dai giovani ambientalisti hanno messo sempre di più al centro dell’attenzione mondiale la tematica del surriscaldamento globale e del correlato cambiamento climatico, motivando ulteriormente la necessità di adottare misure idonee per porre rimedio a tali emergenze. Misure che riguardano da vicino anche l’insieme di edifici in cui svolgiamo buona parte delle nostre attività quotidiane. Non solo fabbriche, scuole e uffici. Le nostre stesse abitazioni guardano con attenzione all’obiettivo della sostenibilità. Un traguardo che, grazie alle attuali tecnologie, si fa sempre più vicino.

Una casa sempre più green con la bioedilizia

La casa del futuro è destinata a essere green. Da anni ormai, la bioedilizia o bioarchitettura che dir si voglia è una diffusa modalità di progettazione, di costruzione e di gestione degli edifici, utilizzata al fine di preservare l’ambiente riducendo l’impatto negativo esercitato su di esso. Le tecniche su cui si fonda un simile approccio sono svariate e mettono tutte al centro dell’interesse il tema chiave della sostenibilità.

Tra gli obiettivi che si pone la casa del futuro rientrano, ad esempio, le possibilità di:

  • riscaldare consumando poco;
  • rinfrescare evitando l’aria condizionata;
  • risparmiare sotto il profilo idrico.

Riscaldare consumando poco

Il punto di partenza consiste in una corretta disposizione dei locali principali, in modo da evitare ogni perdita di energia da parte dell’abitazione, in una piena ottica di efficienza energetica. Altro obiettivo essenziale è quello di ridurre gli sprechi energetici, isolando la casa dal freddo, utilizzando soluzioni quali cappotti termici e riducendo ogni eventuale dispersione fin dalla fase di costruzione dell’immobile.

Rinfrescare evitando l’aria condizionata

Per evitare il surriscaldamento degli edifici è importante far uso di materiali con un elevato grado di inerzia che permettono ai muri di assorbire il fresco durante le ore notturne per restituirlo nell’arco della giornata.

Altra buona pratica consiste nell’adottare sistemi naturali di raffrescamento. Nella casa del futuro si tenderà sempre di più a privilegiare la ventilazione naturale rispetto a quella meccanica. L’edificio sostenibile consentirà uno scambio con l’esterno e un rinnovo dell’aria naturale. I benefici che ne deriveranno saranno di notevole portata. Un simile sistema riesce infatti ad agire sul grado di comfort domestico nel suo complesso, influenzando il bilancio termico della casa e permettendo di incrementare gli scambi convettivi tra uomo e ambiente.

Risparmiare sotto il profilo idrico

Il progetto della casa del futuro si concretizza anche nel risparmio dell’acqua necessaria per soddisfare il fabbisogno dei suoi abitanti. Non solo acqua calda sanitaria ma anche acqua per l’irrigazione degli spazi verdi e per l’uso di elettrodomestici quali lavatrice e lavastoviglie.

Nell’edilizia degli anni a venire, si tenderà perciò a privilegiare con crescente impulso tecnologie capaci di garantire un risparmio idrico come, a titolo esemplificativo, degli efficienti sistemi di riutilizzo dell’acqua piovana.

Casa del futuro ed efficienzaEfficientamento e risparmio energetico

In un qualsiasi contesto abitativo, l’efficientamento e il risparmio energetico costituiscono una della colonne portanti che allo stato attuale permettono di fornire un contributo fondamentale nella riduzione di CO2 in atmosfera. Oltre a essere adeguatamente isolata, la casa del futuro cercherà di evitare ogni tipo di spreco energetico. A renderlo obbligatorio, tra l’altro, è la stessa normativa: gli edifici di nuova costruzione non potranno più essere di classi energetiche inferiori alla A.

Energie rinnovabili in primo piano

A garantire la sostenibilità delle case del futuro saranno soprattutto le energie rinnovabili. Dall’eolico al fotovoltaico, le opportunità non mancano e risulteranno sempre più flessibili, tanto da un punto di vista tecnologico quanto sotto il profilo di accesso economico da parte dei cittadini.

Particolarmente interessante risulta il fenomeno delle comunità energetiche o Energy Communities, gruppi di auto-consumatori di fonti rinnovabili che si riuniscono per produrre energia elettrica pulita, per condividerla e per consumarla direttamente in loco. Questo tipo di esperienza risponde a tre esigenze principali: non solo la responsabilità ambientale, ma anche quella sociale e infine quella economica, così da favorire una transizione energetica sostenibile e duratura.

Il ruolo delle Smart Home nella casa del futuro

L’uso di dispositivi Internet of Things per le abitazioni rappresenta senza ombra di dubbio uno dei trend più interessanti e promettenti degli ultimi anni. Una tendenza destinata a divenire predominante e che entrerà a pieno titolo come parte integrante della casa del futuro, contribuendo a renderla via via più efficiente e più sostenibile.

Le prospettive che si aprono sul fronte della cosiddetta Smart Home sono potenzialmente enormi. Non solo apparecchi come impianti di illuminazione, prese, elettrodomestici e termostati intelligenti che, collegandosi alla rete Internet domestica, ci consentiranno una gestione totale da remoto favorendo un abbattimento dei consumi energetici, con tutti i benefici correlati per l’ambiente e per la stessa economia familiare.

Grazie agli sviluppi dell’Internet of Things, la casa del futuro diverrà sempre più a portata d’uomo, mettendo al centro dell’attenzione la sua sicurezza e il suo benessere a trecentosessanta gradi. All’interno delle pareti domestiche si riuscirà a ottenere il massimo livello di comfort, contrastando con la tecnologia l’insieme di problematiche che possono in qualche modo nuocere alla salute dei loro abitanti. I dispositivi Smart Home consentiranno così di agire proattivamente sulla temperatura ma anche su altri parametri essenziali per garantire una buona vivibilità tra le mura di casa. Si potrà intervenire su fattori quali umidità, qualità dell’aria, CO2, inquinamento acustico e agenti inquinanti di vario tipo, contribuendo a creare un ambiente sano, confortevole oltre che pienamente sostenibile. Il futuro dell’edilizia domestica è iniziato e ci attendono grandi prospettive.

Per approfondimenti sulla Smart Home, ti invitiamo a leggere il nostro e-book dedicato: Come fare una Smart Home oggi

Informazioni su Evelyn Baleani 68 Articoli
Giornalista e Web Editor freelance. Si occupa di contenuti per i media dal 2000. Dopo aver lavorato per alcuni anni in redazioni di società di produzione televisiva e Web Agency, ha deciso di spiccare il volo con un’attività tutta sua. Le sue più grandi passioni sono l'ambiente, il Web, la scrittura e la Spagna