Utility rinnovabili: le tecnologie FIMER per la transizione energetica

FIMER pensa allo sviluppo delle utility rinnovabili con due nuove piattaforme: un inverter di stringa multi-MPPT ad alta potenza e una soluzione di conversione modulare

Utility rinnovabili: due nuovi inverter fotovoltaici FIMER

Le sfide delle utility rinnovabili si vincono con la giusta tecnologia. La transizione energetica, infatti, richiede impianti efficienti e reti affidabili. Ma soprattutto soluzioni flessibili, ad alta densità, adatte sia alle applicazioni centralizzate sia nei contesti decentralizzati.

La proposta di FIMER guarda proprio alle tendenze globali delle energie green. Secondo l’ultima edizione del Renewable Energy Market Update dell’IEA (International Energy Agency), la percentuale di applicazioni utility-scale passerà dal 55% nel 2020 a quasi il 70% nel 2022. A fronte di questa crescita, il ruolo degli inverter di stringa può fare la differenza.

Due nuove soluzioni per le utility rinnovabili

Perché puntare sugli inverter di stringa? Negli impianti fotovoltaici di grandi dimensioni, queste soluzioni con conversione modulare generano rendimenti più alti, limitando i rischi e agevolando la manutenzione. Le proposte FIMER, che analizziamo in seguito, vanno in questa direzione.

Inverter PVS-350: alta densità nel fotovoltaico decentralizzato

Il nuovo inverter multi-MPPT PVS-350 è ottimizzato per impianti fotovoltaici decentralizzati con una massima resa energetica ɳMAX > 99%. Un sistema efficiente, dalle dimensioni compatte, che riduce sensibilmente il rischio di “fuori servizio” rispetto alle soluzioni con inverter centralizzati.

Grazie alla potenza e all’ottimo rapporto potenza/peso (> 3kW/kg), l’inverter aiuta a diminuire i costi di trasporto e di installazione fino al 30% e aumenta del 15% la capacità AC della cabina MT. Ciò significa meno cabine per MW AC di potenza installata: un risparmio totale che, per un sistema da 100MW, può superare gli 0,2 centesimi di Euro/watt.

Inverter PVS-260/PVS-300: più efficienza, meno costi

Per i gestori di impianti centralizzati, invece, ecco gli inverter PVS-260/PVS-300: soluzioni interamente modulari basate su una piattaforma a singolo MPPT. La sua scalabilità permette di sostituire integralmente gli inverter centralizzati, migliorandone le performance e abbassando i costi Balance of Plant (BoP). Ciò comporta anche una riduzione del costo livellato dell’energia (LCOE) pari al 2,3%.

Inoltre, la piattaforma PVS-260/PVS-300 garantisce un’elevata potenza di uscita combinata a un singolo MPPT dal design molto compatto. Questo dettaglio permette ai progettisti di mantenere, se necessario, un’architettura di sistema centralizzata. Tutta l’elettronica di potenza, poi, si concentra vicino agli altri componenti AC, semplificando controllo e manutenzione di routine dell’impianto. Combinando i moduli di potenza in una struttura pre-assemblata e una stazione MT collaudata nello stabilimento FIMER, la tecnologia può competere con le soluzioni multi-megawatt degli inverter centralizzati, consentendo di applicare una struttura modulare a sistemi di tutte le dimensioni. Oltre alle opportunità di revamping, la proposta è facilmente integrabile con i sistemi di accumulo, intercettando anche le future esigenze delle utility rinnovabili.

Scoprile nel tour virtuale

“Stiamo investendo molto nel segmento utility – spiega Filippo Carzaniga, presidente di FIMER -. Questo per rendere le nostre soluzioni sempre più innovative e in linea con le esigenze dei player di un settore dove il time to market è fondamentale. In altre parole, occorre saper ascoltare il mercato e offrire in rapidità soluzioni al passo con i tempi”.

Per avvicinarsi a partner e clienti finali, anche nel settore delle utility rinnovabili, FIMER ha lanciato un nuovo tour virtuale che mostra le ultime novità e i contesti aziendali di Vimercate (MB) e Terranuova Bracciolini (AR).

Informazioni su Redazione 1212 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.