Rinnovabili: le prospettive dei sistemi di accumulo

Il settore storage è destinato a un futuro radioso: ne sono convinti i protagonisti del settore che hanno fotografato il mercato nel medio e lungo periodo

accumulo energetico per un mondo più sostenibile: steni di accumulo e storage

Il PNIEC – Piano Nazionale Integrato Energia e Clima – ha stabilito target sfidanti per le fonti energetiche rinnovabili e il fotovoltaico giocherà un ruolo fondamentale per il loro raggiungimento. Per triplicare la produzione di energia fotovoltaica (dagli attuali 25 TWh del 2019 ai circa 75 TWh al 2030) sarà necessario incrementare la potenza dai circa 21 GW attuali a 52 GW al 2030 con una media di almeno 3 GW in più ogni anno, oltre a manutenere e ammodernare il parco impianti esistente con l’utilizzo di nuove tecnologie. In questo contesto l’impiego di sistemi di accumulo può garantire la massimizzazione dell’autoconsumo dell’energia prodotta nei momenti del giorno in cui non è disponibile la fonte solare e può fornire servizi di rete utili per la stabilità dell’intero sistema elettrico nazionale.

Il PNIEC prevede obiettivi nazionali al 2030 anche per l’energy storage: in particolare per quanto concerne lo storage prevede 4.500 GW di accumulo distribuito e 3.000 MW di accumulo centralizzato anche con l’ausilio di un supporto economico.

e-book ElettricoMagazine impianti Integrati - art sistemi di accumulo e fotovoltaico
Leggi e scarica l’e-book Percorsi impianti Integrati: all’interno l’articolo di Anie con i dai su fotovoltaico e sistemi di accumulo di energia

I sistemi di accumulo in Italia al 31 dicembre 2019

Per quanto riguarda i sistemi di accumulo, dal sistema Gaudì di Terna risultano fino a fine 2019 ben 26.000 sistemi installati, di cui 15.461 connessi entro fine 2018.

La potenza complessiva dei sistemi di accumulo installati è pari a 118 MW. Ciò significa che rispetto al 2018, i sistemi di accumulo hanno registrato nel 2019 una crescita di circa il 50% sia in termini di numerosità, sia in termini di potenza (fonte Rapporto statistico GSE 2019).

La quasi totalità (97%) dei sistemi di accumulo è di taglia < 20 kWh ed è abbinata a impianti fotovoltaici di taglia residenziale.

La Lombardia è la regione con il maggior numero di sistemi installati seguita dalla Regione Veneto.

I dati relativi ai sistemi di accumulo

Quali sono le prospettive del settore storage?

Alberto Pinori – Direttore Generale di Fronius Italia
Alberto Pinori – Direttore Generale di Fronius Italia

Per approfondire l’argomento abbiamo chiesto ai protagonisti del settore – Fronius Italia, Solarwatt, Fimer, Senec Italia e Sonnen – di raccontarci come si stanno muovendo sul mercato.

“Negli ultimi anni, dei circa 40.000 impianti residenziali installati, oltre 10.000 sono abbinati ad un sistema di storage. È un mercato in crescita, soprattutto per i vantaggi che offre agli utenti finali: dall’aumento significativo dell’autoconsumo ad una maggiore indipendenza energetica dalla rete” evidenzia Alberto Pinori – Direttore Generale di Fronius Italia- . La diminuzione dei prezzi dei sistemi di storage ne ha sicuramente favorito la diffusione; ci attendiamo un ulteriore calo dei prezzi che, supportato anche dalle detrazioni, potrà portare ad un’accelerazione importante in questo ambito. È quindi un mercato dal quale ci attendiamo uno sviluppo significativo da qui ai prossimi anni”.

Marco Boschello, Coord. Tecnico e Commerciale Solarwatt
Marco Boschello, Coord. Tecnico e Commerciale Solarwatt

Il futuro roseo dello storage è confermato dalle parole di Marco Boschello, Coord. Tecnico e Commerciale Solarwatt

“È un settore che sta avendo crescita che definirei quasi fisiologica. È decisamente passata la fase dell’interesse dei soli early adopter amanti delle nuove tecnologie. Ormai oltre il 90% dei clienti residenziale che si accinge ad acquistare un nuovo prodotto si informa anche sui sistemi di accumulo e oltre il 30% delle persone sceglie di installarlo, con l’obiettivo di raggiungere l’indipendenza energetica. Anche i bandi regionali che incentivano queste tecnologie hanno contribuito all’introduzione dello storage”.

MyReserve , i sistemi di accumulo di Solarwatt
Ottimizzare l’autoconsumo grazie alla modularità dei sistemi di accumulo Myreserve di Solarwatt

Nuove opportunità con il Decreto Rilancio

Vincenzo Ferreri, Amministratore Delegato Sonnen Srl e Sonnen eServices Italia Srl
Vincenzo Ferreri, Amministratore Delegato Sonnen Srl

“Le prospettive al momento sono estremamente rosee: il Decreto Rilancio offre ottime opportunità per il nostro settore, che è destinato ad aumentare i propri volumi di almeno cinque volte; siamo di fatto di fronte ad un mass market e si registra già la crescita della domanda spontanea di soluzioni complete fotovoltaico + storage. – sottolinea Vincenzo Ferreri, Amministratore Delegato Sonnen Srl e Sonnen eServices Italia Srl – Ė infatti ormai evidente che utilizzare un impianto fotovoltaico senza il supporto di un sistema di accumulo non ha più alcun senso: immettere in rete l’energia prodotta in eccesso non è conveniente e in più, con il nuovo DL Rilancio, l’energia prodotta in eccesso dagli impianti incentivati secondo questa nuova legge, non viene remunerata, pertanto diventa ancora più importante immagazzinarla il più possibile in casa”.

Il trend sarà quindi quello di dotarsi sempre più spesso di sistemi di storage che consentono di immagazzinare l’energia non immediatamente utilizzata per sfruttarla quando realmente serve. “sonnen fa un passo in più in questa direzione e offre ai propri clienti che accedono alla sonnenCommunity, in compensazione dei servizi ancillari rilasciati dai sistemi in remoto, 1500 kWh di materia energia direttamente in bolletta, permettendo ai clienti di raggiungere la completa autonomia energetica” aggiunge Vincenzo Ferreri.

Giovanbattista Napolitano, è Technical Support Coordinator Italy di Fimer
Giovanbattista Napolitano Technical Support Coordinator Italy Fimer

Obiettivo: aumentare autoconsumo e autosufficienza

Trainate dalla sempre maggiore esigenza di aumentare le quote di autoconsumo e autosufficienza, soprattutto per i segmenti Residenziale e Commerciale, le prospettive nel mondo delle soluzioni con accumulo sono molto ampie, sia per i mercati internazionali, come quello tedesco e australiano sia, e soprattutto, per il mercato italiano che già l’anno scorso rappresentava il secondo mercato storage a livello globale.

“Quindi, nel panorama internazionale, il mercato italiano delle soluzioni storage è, e sarà, ancor più protagonista, anche grazie all’Ecobonus 110% che darà una spinta molto forte a questo settore – Giovanbattista Napolitano, è Technical Support Coordinator Italy di Fimer -. Noi, come Fimer, puntiamo molto sullo storage e su sistemi sempre più intelligenti, come il nostro React 2 che permette di gestire i flussi di energia in maniera smart e di aumentare le quote di autoconsumo e autosufficienza fino al 90%”.

sistemi di accumulo Fimer
Autosufficienza energetica con React 2, il sistema integrato con fotovoltaico e accumulo Fimer per il mercato residenziale
Vito Zongoli, Managing Director di SENEC Italia
Vito Zongoli, Managing Director di SENEC Italia

Il settore storage è destinato ad un futuro radioso. “La generazione fotovoltaica distribuita e l’autoconsumo sono la soluzione vincente, nonché la via obbligata, non solo per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità ambientale che l’Italia ha stabilito, ma anche per soddisfare il crescente desiderio dell’autosufficienza energetica. – ricorda l’Ing. Vito Zongoli, Managing Director di SENEC Italia – La recente emergenza sanitaria ha fatto emergere in modo forte l’esigenza di vivere in un’ambiente più pulito e sano e di essere quanto più possibile indipendenti da variabili esterne, così come la consapevolezza di quanto le nostre vite, personali e lavorative, dipendano grandemente dall’energia elettrica. L’accumulo, collegato al fotovoltaico, rappresenta la risposta a tutte queste esigenze e motivazioni”.

Si aggiunga poi il fatto che gli accumulatori possono rappresentare il cuore della “smart-home”, collegandosi e comunicando con altre periferiche e sistemi (ricarica auto elettrica, domotica), favorendo la transizione verso una casa tecnologicamente avanzata.

Avatar
Informazioni su Alessia Varalda 1491 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.

1 Trackback / Pingback

  1. I sistemi di accumulo alla luce del PNIEC - ElettricoMagazine

I commenti sono bloccati.