Bonus idrico 2021: sostituire rubinetti e docce conviene

Contributo di 1.000 euro per la riqualificazione dei servizi igienici e credito d’imposta per chi filtra l’acqua potabile: così il bonus idrico 2021 incentiva la casa green

Bonus idrico 2021 e incentivi per risparmiare acqua

Gli obiettivi del bonus idrico 2021? Ridurre lo spreco di acqua, migliorare l’efficienza energetica degli impianti domestici e, grazie a un’ulteriore misura, eliminare le bottiglie di plastica. Insieme all’integrazione di una fetta importante della filiera italiana delle costruzioni nei piani di rilancio economico post pandemia.

Tra le gradite new entry dell’ultima Legge di Bilancio, approvata lo scorso 30 dicembre, ci sono anche un contributo per la riqualificazione dei servizi igienici domestici e un incentivo fiscale dedicato ai sistemi di trattamento dell’acqua potabile. Che interventi mettere in campo e come richiedere il bonus? I dettagli operativi sono tutt’altro che definiti, ma proviamo ad analizzare cosa si intende, nel provvedimento, per risparmio idrico.

Bonus idrico 2021: riqualificare per risparmiare

Lo sviluppo sostenibile dell’Italia, finalmente, passa anche dall’acqua. E in particolare dai cittadini che scelgono di sostituire i vecchi rubinetti, vasi sanitari o docce con soluzioni a portata ridotta. Per loro, il Governo ha stanziato un budget complessivo di 20 milioni di euro, e un contributo di 1.000 euro a persona fisica, da utilizzare entro la fine del 2021. Il tutto, per interventi di riqualificazione idrica in edifici esistenti, parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari.

Cosa comprende il bonus idrico 2021?

La Legge di Bilancio parla di spese sostenute per:

  • vasi sanitari in ceramica con volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico;
  • rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto;
  • soffioni e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto.

Tutti i casi comprendono fornitura e installazione, eventuali opere idrauliche e murarie e operazioni di smontaggio e dismissione dei sistemi preesistenti.

“Il bonus idrico arriva a seguito di un anno complicato, nel quale abbiamo vissuto a pieno le nostre abitazioni – commenta Maurizio Bellosta, Vicepresidente AVR (Associazione Italiana Costruttori Valvole e Rubinetteria) e Capogruppo Rubinetteria -. Oggi possiamo cogliere l’opportunità di acquistare prodotti che combinano tecnologia, design e risparmio di risorse idriche. Questo consente anche una maggiore efficienza degli impianti di produzione di acqua calda sanitaria”. Come accedere al contributo? Per conoscere le modalità operative del bonus dovremo attendere l’apposito decreto del Ministero dell’Ambiente, in arrivo entro 60 giorni dall’entrata in vigore della Legge di Bilancio.

Bonus idrico 2021, incentivi anche per depurare l'acqua del rubinetto

Bere acqua a km zero? Altri incentivi per i filtri del rubinetto

Se pensavate di installare anche un sistema di trattamento dell’acqua potabile, il momento è propizio. Oltre al bonus idrico 2021, infatti, la Legge di Bilancio stabilisce un credito d’imposta del 50% per l’acquisto di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica. Lo sconto fiscale tocca un massimo di 1.000 euro per le abitazioni private e 5.000 euro per i pubblici esercizi. Fermo restando il limite complessivo di 5 milioni di euro rispettivamente per il 2021 e il 2022.

Un ulteriore provvedimento che fa bene all’ambiente e alle tasche degli italiani. “Incentivare fiscalmente l’utilizzo dell’acqua potabile, portando in detrazione le spese per installare i filtri – commenta il presidente di Aqua Italia Fabrizio Leoni -, significa ridurre di almeno il 30% l’impiego delle bottiglie di plastica. Con vantaggi in termini di sostenibilità ambientale e di risparmio economico per i cittadini”.

Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 418 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.