Efficienza energetica: il GSE premia i comuni virtuosi

Il GSE ha premiato l’impegno di 8 comuni italiani in progetti di efficienza energetica e sviluppo sostenibile attribuendo loro il Premio Comuni Sostenibili

Premio Comuni Sostenibili per sostenibilità efficienza enegetica

Il GSE, ovvero il Gestore dei Servizi Energetici, si pone l’obiettivo promuovere lo sviluppo sostenibile, l’efficienza energetica e il ricorso all’energia rinnovabile. Per fare ciò, il GSE ricorre a diversi strumenti e azioni, tra cui informazione ed erogazione di incentivi. Ne sono un esempio il Conto Energia, che incentiva gli impianti per la produzione di energia rinnovabile; il Conto Termico, che incentiva gli interventi di riqualificazione energetica degli impianti degli edifici e i Certificati Bianchi, ovvero dei titoli negoziabili che attestano performance di risparmio energetico.

Il GSE e gli obiettivi di sostenibilità ed efficienza energetica

L’attività del GSE, in sostanza, è indirizzata a favorire la transizione energetica, chiave per un’economia decarbonizzata. A tal proposito, anche l’Unione Europea ha fissato degli obiettivi per il 2030, che prevedono la riduzione di emissione di CO2 del 40% rispetto ai livelli del 1990, il miglioramento dell’efficienza energetica del 32,5% e la produzione di energia da fonti rinnovabili per almeno il 32%.

Per raggiungere questi obiettivi è necessario impegnarsi da subito, attraverso azioni e progetti per lo sviluppo sostenibile e l’efficienza energetica, incentivando privati e Pubblica Amministrazione ad agire. In particolar modo, l’impegno delle amministrazioni può rivelarsi davvero fondamentale per favorire un cambiamento diffuso e la crescita di cultura sul tema. Per questo il GSE ha deciso di premiare i comuni italiani che hanno dimostrato il proprio impegno in questo ambito.

Il Premio Comuni Sostenibili: che cos’è e a chi viene riconosciuto

Comuni sostenibiliIl Premio Comuni Sostenibili è un riconoscimento per i comuni che si distinguono per iniziative a favore della riqualificazione energetica e dello sviluppo sostenibile. Premiare le amministrazioni virtuose, significa anche incoraggiare altri Enti locali a seguirne l’esempio. Coinvolgere la Pubblica Amministrazione, infatti, è importante per promuovere la transizione energetica e la riqualificazione del patrimonio edilizio. Non solo perché le Amministrazioni sono esempio per i cittadini, ma anche perché hanno il controllo su molti edifici che ospitano servizi e spazi pubblici, come le scuole.

Quest’anno il premio è stato conferito ad otto comuni, per i quali il GSE ha erogato più di 9 milioni di euro tramite il meccanismo del Conto Termico. Va detto, chiaramente, che ci sono molte altre amministrazioni che negli anni si sono impegnate in iniziative e progetti a favore dell’efficienza energetica, tanto che il GSE negli ultimi 4 anni ha erogato incentivi per le PA di circa 115 milioni, in favore di oltre 8.000 interventi. Un altro supporto del GSE è a livello informativo, con la realizzazione di seminari, e formativo, rivolgendosi agli operatori del settore.

8 comuni premiati dal GSE

Come anticipato, il GSE ha riconosciuto il Premio Comuni Sostenibili ad 8 amministrazioni in diverse province e regioni d’Italia.

Il Comune di Chiari (BS) è stato premiato per i suoi progetti rivolti al mondo della scuola, che hanno trasformato tre edifici scolastici in edifici NZEB. L’intervento è stato realizzato grazie agli incentivi ricevuti con il Conto Termico e ai finanziamenti stanziati dal Governo per la riqualificazione degli edifici scolastici. Il comune di Chiari, inoltre, detiene il primato per l’incentivo di maggior entità ricevuto tramite Conto Termico, pari a più di 3 milioni di euro.

Nel Comune di Cimadolmo (TV) tutti i sette edifici pubblici sono efficienti, ma tramite il Conto Termico ha riqualificato 3 di questi edifici realizzando anche due NZEB. Inoltre, a Cimadolmo si trova anche lo IEST, l’European Institute for Tecnological Development, che sta aiutano il Comune a sviluppare ed avviare un modello innovativo di comunità energetica.

Si parla di scuola NZEB anche nel Comune di Colecchio (PR), che oltre ad adeguare sismicamente tutti gli edifici scolastici ha intrapreso diversi progetti di riqualificazione energetica e ne prevede diversi anche in futuro. Oltre alla richiesta degli incentivi tramite il Conto Termico, il Comune ha attivato 4 contratti di Scambio sul posto e il Conto Energia per due impianti fotovoltaici.

Il Comune di Miglianico (CH) si distingue per la sensibilità al tema dell’efficienza energetica, intervenendo su tutti gli edifici scolastici e trasformando il municipio in un edificio NZEB. Grazie ai progetti intrapresi, Miglianico sarà il primo comune abruzzese premiato con una Targa per l’Efficienza.

Nel Sud Italia, invece, sarà il Comune di Montoro (AV) il primo a ricevere un riconoscimento per l’efficienza energetica, ottenuto grazie alla riqualificazione di due edifici pubblici.

Il Comune di Saluzzo (CN) ha ottenuto finanziamenti tramite il Conto Termico per 11 interventi, per un ammontare totale di più di un milione di euro. Grazie agli interventi eseguiti sugli edifici pubblici (come scuole, piscina, caserma dei Carabinieri e biblioteca) il Comune ha dichiarato che le spese delle utenze in carico all’amministrazione si sono dimezzate.

Tra i più sensibili al tema della sostenibilità e dell’efficienza energetica, c’è sicuramente il Comune di Prato che ha aderito al PAES, al PAESC, PUMS e al Piano Smart City. Il Comune, per favorire la riqualificazione degli edifici privati, ha promosso la costituzione di “Condomini sostenibili super bonus 110%”, di appoggio a tutti i soggetti interessati, dagli amministratori di condominio, alle ESCO. Per favorire lo sviluppo ecosostenibile della comunità e la diffusione del verde urbano, il Comune di Prato ha promosso anche un progetto di forestazione urbana e il progetto Prato Urban Jungle. Il GSE ha erogato fondi per 26 interventi portati avanti dal Comune, che hanno riguardato diversi edifici pubblici come scuole, palestre, municipio, case popolari, ecc…

Infine, si è riconosciuta una menzione speciale al Comune di Milano, che ha siglato un protocollo d’intesa con il GSE nel 2017 e quest’anno ha aderito alla rete PECC (una collaborazione nata tra Regione Lombardia, ENEA e GSE, per dar vita ad uno sportello operativo che promuova e supporti la riqualificazione energetica). Il Comune di Milano ha beneficiato degli incentivi del Conto Termico per intervenire su vari edifici pubblici, come scuole ed edilizia residenziale.

Gaia Mussi
Informazioni su Gaia Mussi 72 Articoli
Laureata in Progettazione Tecnologica e Ambientale, da sempre appassionata ai temi della sostenibilità e della tecnologia. Collabora come copywriter con portali, magazine e aziende per la creazione di contenuti inerenti il campo dell’edilizia, della sostenibilità e del risparmio energetico