Gli occhi discreti della sicurezza domestica

Garantire la sicurezza domestica oggi è possibile ricorrendo a soluzioni tecniche diverse, non invasive e intelligenti. Dalla videosorveglianza ai rilevatori, fino alle funzioni avanzate dei videocitofoni, ecco le più innovative idee oggi sul mercato

Sicurezza domestica, le migliori soluzioni viste a Sicurezza 2019

In tema di sicurezza domestica l’obiettivo dei sistemi di videosorveglianza, dei rilevatori, così come dei sistemi citofonici e videocitofonici è proteggere la casa a partire dall’esterno, tutelando gli utenti da qualsiasi indesiderata intrusione tra le mura domestiche. Percorso che continua anche al loro interno, dove controllare cosa accada in caso di allarme è una tra le maggiori richieste.

Sistemi poco impattanti, anche da un punto di vista visivo ed estetico, ma che non mancano certo di efficacia. La sicurezza deve esserci ma non si deve vedere: se la cura del fattore “visibilità” è sentita per quanto concerne i dispositivi esterni, ancora di più lo è all’interno delle abitazioni, dove la discrezione è d’obbligo. Un aspetto tenuto in debito conto dalle aziende produttrici di sistemi di sicurezza che progettano soluzioni efficaci, intelligenti, con controllo e gestione possibili anche da remoto, e – appunto – discrete.

Sicurezza domestica garantita con discrezione, grazie a mini telecamere, rilevatori wireless e videocitofoni evoluti

A Sicurezza 2019 abbiamo scoperto alcune di queste soluzioni che qui presentiamo, idee innovative sviluppate da Sicurit Alarmitalia, 2N e STS.

Sicurit: la sicurezza domestica parte dai rilevatori in esterno

In termini di sistemi di rilevazione in esterno, Sicurit Alarmitalia ha realizzato due nuovi dispositivi da abbinare al sistema via radio Visonic PowerG, tecnologia in grado di coprire ampi spazi – giunge fino a oltre 1 chilometro in aria libera. WPMIR902EXT è il nuovo sensore infrarosso wireless che crea una tenda protettiva sottilissima capace di rilevare il movimento di intrusi in aree all’aperto. La sua applicazione ideale è su infissi, balconi, porte di casa o di garage, cancelli ecc., ovvero su tutte quelle parti dell’abitazione sensibili a un’eventuale intrusione dall’esterno. Il sensore è dotato di un sistema Antimasking, è immune agli animali fino a 18 chili di peso e riconosce la direzione di attraversamento.

Rilevatori Visonic, sicurezza domestica discreta ed efficace

Sempre in tema di sicurezza wireless in esterno, l’azienda propone anche la mini barriera a raggi infrarossi attivi WPMBE10, dotata di trasmettitore Visonic integrato. Un sistema di protezione molto richiesto dagli installatori, in quanto non necessita di alcun tipo di cablaggio. La gamma di centrali Visonic PowerMaster è invece disponibile in tre modelli, da 30 fino a 64 zone, sfrutta la tecnologia PowerG e può contare su un’ampia gamma di sensori e dispositivi che rende ogni installazione adattabile alle esigenze specifiche dell’utenza. Le centrali possono essere controllate tramite smartphone e tablet, mentre dai sensori con telecamera ricevono le immagini degli allarmi o possono collegarsi agli istituti di vigilanza.

Citofonia evoluta con 2N

“Produciamo sistemi di citofonia e videocitofonia per controllo accessi con tecnologia IP e la nostra innovazione maggiore è l’avere unito la tecnologia della citofonia allo sfruttamento della rete LAN per il trasporto audio-video e per l’alimentazione”. Ecco la sicurezza domestica secondo Lino Riglietti, business development manager di 2N, mentre ci descrive i nuovi prodotti di interfaccia videocitofonica, di controllo accessi e di postazioni interne, che comunicano con la postazione esterna citofonica.

2N LTE Verso, citofono wirelessIl citofono 2N LTE Verso, per esempio, permette la comunicazione wireless tramite rete LTE, basato su protocollo IP. Non richiedendo alcun tipo di cablaggio oltre all’alimentatore, è ideale per l’installazione dove non vi sia la possibilità o l’intenzione di intervenire con lavori di muratura per l’aggiunta di cavi. Offre un set completo di funzioni, come la comunicazione video.

L’unità base, dotata di telecamere HD, può essere integrata, infatti, con diversi moduli – in totale sono 14 – tra cui il lettore di schede RFID, Bluetooth o il lettore di impronte digitali. In particolare, in combinazione con il servizio 2N Mobile Video, consente di gestire diverse funzionalità quali videochiamate su telefoni cellulari o unità di risposta 2N. Dal punto di vista della configurazione, il ricorso al cloud la rende semplice e sicura, grazie al portale My2N.com e al servizio 2N Remote Configuration.

“L’interfaccia cloud per gestire le chiamate su smartphone e tablet è un’altra caratteristica importante delle nostre soluzioni” aggiunge Riglietti, “in questo modo, in qualunque parte del territorio ci si trovi, è possibile gestire le chiamate che arrivano dal citofono”. L’installatore, infine, sarà facilitato nel proprio lavoro grazie “all’unico cavo con cui effettua il cablaggio di ogni parte del sistema: audio-video e alimentazione, oltre alla gestione da remoto del dispositivo. Quindi, tranne la prima volta, non sarà obbligato ad andare presso il cliente nel momento in cui vi sia qualche anomalia, perché da remoto potrà gestire tranquillamente il sistema”.

Sicurezza domestica: la videosorveglianza discreta di STS

L’innovativo sistema di videosorveglianza professionale di STS si chiama WICAM220 e trova una collocazione discreta e originale: è inserito infatti nei comuni porta frutto dell’impianto elettrico e ha un modulo wi-fi integrato. Questo significa che il mini dispositivo è utilizzabile senza la necessità di installare cavi aggiuntivi collegati a un decoder o ad apparecchi di registrazione e visualizzazione similari.

WICAM220 è semplice da installare – quanto un comune interruttore – e occupa un solo modulo all’interno del cestello porta frutti già presente in casa. In questo modo la telecamera c’è ma non si vede e permette la visione in streaming su smartphone di ciò che accade. Ancora una volta, nella sicurezza domestica contano discrezione e praticità delle soluzioni.

STS WICAM220: mini sistema di videosorveglianza professionale

Inoltre il nuovo sistema di videosorveglianza non necessita di alcuna configurazione alternativa al proprio router di casa, è infatti di tipo “plug and play”, così come il suo utilizzo non richiede nessun genere di modifica all’impianto elettrico già esistente, ma vi si integra perfettamente in maniera pratica e intuitiva. Il web server incorporato utilizza il protocollo Onvif per cui si abbina facilmente agli NVR presenti sul mercato. Una volta abbinato al videoregistratore, le telecamere del sistema saranno registrate nell’hard disk interno e le immagini potranno essere visualizzate in streaming direttamente sullo telefonino, sia in modalità live sia in backup, grazie al ricorso dall’App dell’NVR.

Fiera Sicurezza 2019: la videosorveglianza assicurata di rilevatori da esterno, barriere, videocitofoni integrati e mini telecamere

Raffaella Quadri
Informazioni su Raffaella Quadri 18 Articoli
Giornalista freelance, lavora da anni nel campo della comunicazione, in particolare nei settori tecnico industriali – tra cui l'elettrico e il comparto delle tecnologie –, esperienza che le ha permesso di sviluppare un approccio multisettoriale.