Come trasformare la casa in una Smart Home e perché conviene farlo

Si parla sempre più spesso di come rendere i nuovi edifici più intelligenti, ma come si può trasformare la propria casa in una Smart Home, senza dover necessariamente sostenere interventi troppo impegnativi?

Come trasformare la casa in una Smart Home e perché conviene farlo

Una Smart Home è un’abitazione intelligente, ovvero una casa in cui grazie alla tecnologia e alla domotica è possibile controllare tutti i dispositivi presenti, programmando e automatizzando la maggior parte delle funzionalità dei sistemi domestici.

Uno degli ingredienti che rende possibile tutto ciò è l’Internet of Things, che connette tra loro e in rete tutti i dispositivi elettronici presenti in casa. Questo li rende controllabili da remoto e l’IoT, le App per controllare gli elettrodomestici, l’Intelligenza Artificiale, ci assistono nella nostra quotidianità.

Proprio grazie a un maggiore controllo, in una Smart Home si risparmia energia, si garantisce il massimo comfort interno e un elevato livello di sicurezza. Sono proprio questi 3 i principali vantaggi e punti di forza di una casa intelligente, che può interamente essere controllata da un telefono.

Come trasformare la casa in una Smart Home

Per rendere la propria casa più intelligente, è necessario fare un investimento, la cui entità però dipende da come si decide di procedere. Infatti, è possibile scegliere di iniziare con alcuni dispositivi, senza svolgere alcun tipo di lavoro invasivo in casa. In questo caso, è sicuramente da prendere in considerazione l’acquisto di un dispositivo che controlli il sistema di riscaldamento e raffrescamento, ovvero un termostato intelligente che regoli l’accensione e il funzionamento dell’impianto e che si colleghi in remoto ad un’app per smartphone e tablet.

I costi di questi dispositivi variano in base al modello e alle caratteristiche, ad esempio alcuni integrano alcune funzionalità con l’IA. Ma, dato che una regolazione efficiente della climatizzazione permette un notevole risparmio energetico ed economico, vale la pena investire in un prodotto che ci offra le prestazioni di cui abbiamo bisogno.

Che cos’è una Smart Home?

Per chi non ha un sistema di riscaldamento autonomo, esistono appositi prodotti per la regolazione dei termosifoni. Ad esempio Tado propone delle Teste Termostatiche intelligenti da installare ai termosifoni, rendendo la regolazione modulabile in base all’ambiente e alla necessità.

Per monitorare i consumi di casa si possono installare delle Smart Plug, ovvero delle prese intelligenti che, oltre a rilevare i consumi degli elettrodomestici collegati, consentono di controllare da remoto la fornitura di corrente attraverso quella presa. Ci sono, poi, elettrodomestici intelligenti di ultima generazione, che oltre a vantare altissimi livelli di efficienza energetica sono connessi e controllabili via app. Un esempio? I frigoriferi intelligenti che ci aiutano a fare la spesa.

comandare l'illuminazione con uno smartphoneUn altro tema importante quando si parla di domotica è l’illuminazione e una possibile soluzione è quella di acquistare delle speciali lampadine intelligenti che, dotate di un controller, integrano ulteriori funzioni a quella dell’illuminazione. Questi dispositivi possono essere controllati da remoto via smartphone e comunicare con sistemi di assistenza virtuale domestici, come Google Home, che offrono la comodità dei comandi vocali.

Un ultimo investimento, per quanto generalmente più costoso, è quello relativo all’installazione di sistemi di videosorveglianza intelligenti. Questi dispositivi aumentano la sicurezza dell’edificio e permettono un’immediata verifica anche a distanza.

Perché farlo? I vantaggi di rendere la casa intelligente

Molto spesso ciò che frena le persone nell’intervenire sulla propria casa e renderla intelligente, è proprio il costo di dispositivi e tecnologie necessarie. Ma, come abbiamo visto, ci sono diversi modi per rendere “smart” la propria casa, da valutare anche in base all’investimento che si è disposti a fare. Ma, per quanto il costo possa essere uno scoglio, va comunque sempre soppesato con i differenti vantaggi propri di una Smart Home.

Innanzitutto, c’è la comodità di poter gestire da remoto gli impianti di casa, incluso il riscaldamento e il raffrescamento domestici, così da poter godere fin dal primo momento in cui si entra in casa del massimo comfort. Questo controllo, unito alla programmabilità, permettono al contempo di ridurre gli sprechi e di gestire in modo più efficiente gli impianti.

Tra i dispositivi controllabili ci sono poi le tapparelle, le tende, l’illuminazione, i sistemi di videocontrollo e in generale gli elettrodomestici. Tutti questi dispositivi possono essere combinati in appositi scenari, in modo da essere attivati contemporaneamente e con precise caratteristiche attraverso un solo comando.

In una Smart Home, inoltre, si gode di un maggior livello di sicurezza, grazie a telecamere e sensori di rilevamento di eventuali pericoli, siano essi presenza di fumo, piuttosto che un’eventuale intrusione. Il monitoraggio è proprio un altro degli importanti vantaggi di una casa intelligente, in cui è possibile tenere sotto controllo i consumi di energia e parametri come la qualità dell’aria o il tasso di umidità.

Gaia Mussi
Informazioni su Gaia Mussi 16 Articoli
Laureata in Progettazione Tecnologica e Ambientale, da sempre appassionata ai temi della sostenibilità e della tecnologia. Collabora come copywriter con portali, magazine e aziende per la creazione di contenuti inerenti il campo dell’edilizia, della sostenibilità e del risparmio energetico