Hotel Villa Pamphili punta sulla climatizzazione sostenibile

L’Hotel Villa Pamphili di Roma testimonia come una dimora storica possa essere rivisitata con successo in chiave e moderna: si punta al risparmio energetico con chiller e pompe di calore Mitsubishi Electric

Hotel Villa Pamphili rinasce con impianti efficienti

Una dimora storica, nella capitale più storica del mondo, si trasforma in una struttura ricettiva moderna ed efficiente: ecco il progetto dell’Hotel Villa Pamphili.  L’albergo di proprietà di Antirion Sgr e gestito da Aries Group è una struttura circondata dal rigoglioso verde del parco urbano della Valle dei Casali, a soli 15 minuti da Città del Vaticano e dagli storici quartieri Trastevere e Testaccio.

Lo fa con una filosofia di sostenibilità ben precisa, in grado di coniugare gli obiettivi ambientali alla funzionalità e all’eleganza richieste dal prestigio di questo marchio globale. Strategica, dunque, la scelta di climatizzare tutti gli ambienti dell’hotel con le tecnologie per il comfort di Mitsubishi Electric.

Come sarà l’Hotel Villa Pamphili

La struttura è composta da 235 camere e suite interamente ridisegnate in stile contemporaneo, dedicate in particolare a una clientela di famiglie e business. Ad accompagnare le stanze, il nuovo Centro Congressi polifunzionale con 15 sale meeting, Ballroom da 300 posti con ampio foyer adiacente, 2 ristoranti con cucina gastronomica, 1 american bar e 1 pool bar. Sul fronte relax, ecco l’ampia piscina esterna con solarium da 500mq e la spa di 800 mq con area fitness. Ma il vero simbolo dell’Hotel Villa Pamphili è il rooftop lounge del 5° piano, con vista panoramica sulla città eterna.

I particolari interni del nuovo Hotel Villa Pamphili a Roma

Come ottenere tutto questo senza rinunciare all’efficienza e alla sostenibilità della struttura? Dal punto di vista ambientale, il programma di Mövenpick è già orientato alla massima riduzione dei consumi idrici ed energetici degli hotel. Unita all’azzeramento delle emissioni locali di CO2 e all’uso fonti rinnovabili.

Chiller e pompe di calore per l’impianto termico

Tenendo fede ai principi globali dei proprietari, gli impianti dell’Hotel Villa Pamphili sono stati progettati con lo scopo di aumentare l’efficienza energetica. Questo vale anche per la climatizzazione, basata su chiller e pompe di calore di Mitsubishi Electric. “Visto il prestigio della struttura e la sua particolare location in area verde – spiega Daniele Frasson, direttore tecnico di DSF Progetti -, tutte le unità per la climatizzazione sono state selezionate in versione ad elevata efficienza e silenziata. Questo garantirà benessere e comfort acustico agli ospiti dell’hotel, tagliando al contempo i costi di gestione”.

A livello tecnologico, la scelta dei progettisti è caduta su 2 FX/D/SL-CA 3152, refrigeratori di liquido con sorgente aria e compressori a vite di tipo semiermetico con recupero parziale del calore di condensazione. In aggiunta, 2 unità reversibili in pompa di calore FOCS-N/LN-CA 3222 sostengono la produzione di acqua refrigerata e riscaldata.

Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 495 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.