Rinnovabili nel PNRR: energia al centro della transizione ecologica

La pandemia ha “risparmiato” gli investimenti in energia pulita, ma servono visioni a lungo termine per implementare le rinnovabili nel PNRR e rendere smart building e smart city sostenibili

Rinnovabili nel PNRR: il ruolo dell'energia nella crescita delle smart city

L’energia green resta prioritaria nei progetti di sviluppo sostenibile in Italia. Anzi, il ruolo chiave delle rinnovabili nel PNRR è confermato dai dati dell’Irex Annual Report 2021, che fotografano un settore “solido” nonostante la pandemia. Nel 2020, infatti, gli interventi italiani hanno raggiunto 10,9 gigawatt, segnando una crescita del 7% sul 2019.  

Un fatturato complessivo di 9,1 miliardi di euro che non riguarda più la semplice installazione o il revamping degli impianti: le rinnovabili sono oggi connesse all’innovazione. Smart energy, mobilità elettrica e idrogeno accompagnano infatti una rivoluzione energetica verde ormai prossima alla maturità. 

Rinnovabili nel PNRR: le sfide del mercato

“Per cogliere le opportunità degli obiettivi climatici Ue serve una visione di lungo termine – spiega Alessandro Marangoni, coordinatore del team di ricerca -. Ovvero mettere al centro la sicurezza degli approvvigionamenti e l’adeguatezza del sistema elettrico. In un quadro in cui lo snellimento burocratico, la riduzione dei costi e la revisione del market design appaiono come imperativi strategici per l’Italia”.

Sul fronte operativo, invece, il mercato ha dimostrato di saper fronteggiare la pandemia. Lo scorso anno, infatti, l’Irex ha censito ben 254 operazioni, tra gli investimenti utility scale in Italia e quelli all’estero delle imprese nazionali. Rispetto al 2019, inoltre, le operazioni sono cresciute in numero (+20%) e in potenza (+7%), mentre sono diminuite del 4,4% in valore, grazie al costante calo dei costi delle tecnologie.   

Fotovoltaico ed eolico in prima linea

In questo contesto, le fonti energetiche più gettonate restano il fotovoltaico, che copre il 50% degli investimenti rinnovabili, e l’eolico, meno brillante del 2019 ma sempre al 27% di share.  Anzi, il vento continua a dominare il mercato in termini di potenza e valore, con 5,1 GW e 4 miliardi di fatturato. Crescono invece le biomasse, soprattutto il biometano (dal 4% al 7%) e gli investimenti in smart energy, che passano dal 6% al 9%.

Approfondisci il ruolo delle rinnovabili nel PNRR e i dati sulla transizione ecologica nell’articolo pubblicato all’interno del nostro ebook gratuito Percorso Smart Building.

Rinnovabili nel PNRR: articolo dell'ebook smart building
Leggi l’articolo completo sull’ebook Smart Building Smart City di ElettricoMagazine
Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 467 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.