HySnow e Solhub, idrogeno per il turismo elettrico invernale

Il progetto HySnow, di cui Fronius è partner, prevede un impianto di rifornimento di idrogeno e la motoslitta elettrica Lynx HySnow

Fronius Solhub progetto HySnow

Ridurre l’impatto ambientale – inquinamento, ma anche rumore – è uno dei punti di forza della mobilità elettrica. Farlo sfruttando le fonti di energia rinnovabili è la logica conseguenza.
In ambito sport invernali, il progetto HySnow (di cui Fronius è partner) unisce risorse e obiettivi per ottenere il risultato voluto.

Sovvenzionato con i fondi della Società austriaca per la promozione della ricerca (FFG) e del Fondo per il clima e l’energia, consiste nel creare un circuito energetico a emissioni zero nelle regioni turistiche alpine. A tale scopo, è stata sviluppata l’intera catena che va dall’impianto fotovoltaico alla produzione dell’idrogeno (impianto di rifornimento incluso), fino ai prototipi dei veicoli, costruiti e collaudati in condizioni di esercizio reali nell’area sciistica di Hinterstoder-Wurzeralm.

Una motoslitta elettrica alimentata a idrogeno

motoslitta a idrogeno HySnowÈ fondamentale che le motoslitte mettano a disposizione quanta più potenza possibile a fronte di un peso proprio ridotto e garantiscano il funzionamento affidabile alle basse temperature. Rifornimento rapido e autonomie comparativamente elevate assicurano l’alta disponibilità dei veicoli per il personale del soccorso alpino o dei servizi di manutenzione. Il carburante necessario (in questo caso, idrogeno verde) viene prodotto con un impianto fotovoltaico da 34,5 kWp direttamente collegato a un modulo elettrolitico con compressore a valle, creando così un’infrastruttura di rifornimento a 350 bar. Il contributo di Fronius è legato alla fornitura di componenti fondamentali dell’infrastruttura dell’impianto di rifornimento e dei due inverter Fronius Symo, che costituiscono la fonte energetica per la produzione di idrogeno dall’energia solare.

Fronius Solhub, idrogeno “chiavi in mano”

Con Fronius Solhub si ha a disposizione una soluzione completa “chiavi in mano” per la produzione, l’accumulo, e l’approvvigionamento decentralizzati di idrogeno disponibile da subito.

Solhub consente a servizi pubblici, aziende e organizzazioni che dispongono di un proprio parco veicoli di produrre il proprio carburante sotto forma di idrogeno verde utilizzando grandi aree con tetti piani spesso disponibili che consentono di installare impianti fotovoltaici e iniziare così ad autoprodurre idrogeno verde in modo ecocompatibile.

Come funziona Fronius Solhub

Solhub utilizza l’elettrolisi per trasformare l’energia elettrica autoprodotta in loco in maniera ecocompatibile in idrogeno verde, che può essere accumulato a lungo termine. Questo tipo di accumulo apre diverse possibilità: da un lato, consente di utilizzare l’idrogeno per rifornire i veicoli a idrogeno e, dall’altro lato, consente di utilizzare in inverno l’energia elettrica prodotta in estate e di renderla disponibile tutto l’anno grazie alla riconversione.

Il calore residuo prodotto dall’elettrolisi e dalla riconversione può inoltre essere utilizzato per il riscaldamento e la produzione di acqua calda, aumentando considerevolmente il grado di efficienza dell’intero sistema.

Avatar
Informazioni su Alessia Varalda 1537 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.