Eicma 2019: una edizione nel segno della mobilità elettrica

Apre i battenti Eicma 2019, fiera di riferimento dedicata alle due ruote che, quest'anno, vede protagonisti i veicoli elettrici

Fiera Eicma 2019

Eicma 2019 – Esposizione Internazionale Ciclo e Motociclo – è pronta ad aprire i battenti con tante novità per il settore elettrico: biciclette, monopattini, scooter e moto elettriche sono la nuova frontiera del trasporto a emissioni zero. L’evento si terrà dal 7 al 10 novembre 2019 presso fieramilano Rho.

Il fenomeno della e-Mobility è in costante crescita e per i prossimi anni è prevista una crescita con tassi di incremento a due cifre. Merito in gran parte di e-bike e scooter ma, soprattutto, della sensibilità verso l’ambiente di molti utenti e dalla necessità di contenere l’inquinamento atmosferico, migliorare le vivibilità delle città e ridurre il traffico (soprattutto nei centri urbani).

La scelta delle due ruote elettriche risponde perfettamente alle necessità di utilizzo quotidiano sia in termini di autonomia, sia di mobilità nel traffico.
A Eicma 2019 qualità, innovazione e sostenibilità saranno dunque protagoniste con anteprime, nuovi modelli e – in un padiglione interamente dedicato, il 22 – un focus sulle e-bike che verranno testate su un tracciato al coperto di oltre 200 metri. Le moto elettriche, invece, saranno presenti insieme a quelle “tradizionali” negli stand dei singoli produttori.

I numero del mercato elettrico

Stazione di ricarica elettricaI numeri riportati nel terzo rapporto dell’Osservatorio Focus 2R e recentemente presentato da ANCMA (l’Associazione confindustriale che riunisce le aziende italiane costruttrici di veicoli a due e tre ruote) certificano i passi in avanti fatti dal settore delle due ruote. Crescono infatti le infrastrutture ciclabili (+9% dal 2015), il bike sharing (+6,1% dei Comuni), con un +11% per il noleggio (con flotte composte per il 68% da veicoli elettrici). Anche il numero di città dotate di punti di ricarica per veicoli elettrici mostra un incremento (+11,8%).

Secondo lo Smart Mobility Report del Politecnico di Milano, è lo sharing uno dei temi caldi anche – e soprattutto! – per il mondo elettrico. Se si amplia il campione per includere biciclette, automobili e scooter, a fine 2018, il parco circolante complessivo ammonta a circa 44.500 unità.
Nettamente prime per numero le e-bike (circa 35.800 unità nel 2018), seguite dalle auto elettriche con un parco circolante di quasi 6.500 unità nel 2018. Al momento fanalino di coda gli scooter elettrici destinati allo sharing che, pur con sole 2.200 unità nel 2018, mostrano un trend di crescita decisamente interessante (+340% rispetto al 2017).

Incentivi e sicurezza: un must a Eicma 2019

Airwheel elettricoL’Ecobonus, che il Decreto Crescita ha esteso anche alle due ruote, ha avuto un notevole peso nella crescita del parco veicoli elettrici circolanti. Gli incentivi all’acquisto riguardano tutti i veicoli a due, tre e quattro ruote di categoria L, ovvero motorini e moto di ogni cilindrata, tricicli e quadricicli, purché elettrici.

È stata anche ampliata la platea dei destinatari dell’incentivo, che si applicherà anche a chi rottama un qualunque veicolo di categoria L Euro 0, 1, 2 e 3. Le agevolazioni ammontano al 30% del prezzo del veicolo fino a un massimo di 3.000 euro.

Al momento richiede maggiore attenzione il tema della sicurezza, in particolare di quei mezzi (come i monopattini elettrici) che vivono in una condizione di “ombra” legislativa e per i quali sono ancora pochi i Comuni che dichiarano di aver adottato misure specifiche per la relativa sicurezza.

Avatar
Informazioni su Alessia Varalda 1557 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.