Antintrusione e smart home: tecnologie per la sicurezza

Integrare la sicurezza alle tecnologie di casa, nello specifico antintrusione e smart home. Questa la chiave del vivere di domani, in cui impianti, sistemi e soluzioni interagiscono tra loro lavorando sinergicamente al nostro benessere e alla nostra protezione

Sicurezza 2019: antintrusione e smart home protagoniste

Antintrusione e smart home: quando si pensa a queste due declinazioni della tecnologia moderna le si considera come entità nettamente distinte. In realtà le aziende produttrici dimostrano come, sempre più spesso, le due tipologie di soluzioni possano non solo andare d’accordo, ma integrarsi migliorando le prestazioni dell’impianto nel suo complesso.

L’antintrusione finisce così per diventare parte della gestione smart dell’abitazione o dell’edificio, mentre quest’ultima diventa uno strumento in più per controllare e amministrare in modo sinergico le diverse funzioni. Che siano abitazioni oppure luoghi di lavoro o di ritrovo – edifici commerciali, industriali, grandi spazi – il concetto applicato è il medesimo: automatizzare anche la sicurezza, integrandola alle altre tecnologie intelligenti. La chiave sta proprio qui, nella sinergia e nell’integrazione tra sistemi diversi che, in tale collaborazione, aumentano ognuno la propria efficacia.

Ne sono un esempio le innovazioni presentate da due aziende del settore e presentate a Sicurezza 2019: Elmo e Dias.

Esempi di antintrusione e smart home con El.Mo.

Nel settore sicurezza dal 1975, El.Mo. ha nell’antintrusione il proprio punto di forza. “Quest’anno abbiamo diverse novità che riguardano l’intelligenza artificiale e le linee di videosorveglianza e antincendio, nuove centrali analogiche per l’antintrusione e i sistemi bidirezionali tripla frequenza”, racconta Tommaso Tognon, international sales assistant della società. Si tratta di tecnologie integrabili, per esempio “abbiamo soluzioni per antintrusione gestite tramite smart speaker, da combinare a sistemi di home automation”. Alcune linee prodotto inoltre sono integrabili con sistemi preesistenti, dando così la possibilità di ottimizzare un impianto datato fornendolo, per esempio, di una centrale di nuova generazione.

El.Mo. presenta la nuova serie Proxima di centrali antintrusioneIl comune denominatore di tutte le soluzioni di antintrusione e smart home è loro realizzazione interna all’azienda: “ogni linea che proponiamo è costituita da sistemi progettati e prodotti da noi – aggiunge il manager -. Inoltre, El.Mo. affianca i professionisti nelle fasi tecniche successive: dall’idealizzazione del prodotto alla sua applicazione seguiamo passo passo l’installatore, anche attraverso corsi di formazione organizzati da noi online o presso la nostra sede”.

Tra le tecnologie proposte, la nuova generazione di centrali antintrusione della serie Proxima, basata su piattaforma SOM (System On Module), con sistema operativo real time. Sono centrali antintrusione professionali destinate a sistemi complessi – applicazioni industriali, bancarie e nella grande distribuzione – a cui si adattano grazie alle tre versioni disponibili, che si differenziano per il numero di ingressi/uscite gestiti: 128, 256 o 1.024. Inoltre vantano un’estrema versatilità: hardware e software, sono modulari, possono implementare funzionalità specifiche e si aprono all’integrazione ai sistemi di building automation persino di terze parti. Dal software BrowserOne, oltre a effettuare la configurazione delle centrali, è possibile anche monitorare in tempo reale i loro parametri elettrici e accedere alla diagnostica.

Antintrusione e smart home, una simbiosi vincente e possibile grazie a soluzioni flessibili e scalabili

Dias: la piattaforma IoT firmata Ksenia Security

Tra le novità presentate da Dias spicca la piattaforma IoT dedicata ad antintrusione e smart home dell’italiana Ksenia Security. Si chiama lares 4.0 ed è la nuova gamma di centrali in grado di fornire funzioni destinate alla casa intelligente: in pratica su un’unica centrale di dimensioni contenute si accentrano le funzioni destinate alla domotica della casa e quelle per l’antintrusione, con una connettività IP/Ethernet e 3G. L’intera gamma fa parte della Open Platform “lares”, che presenta diverse declinazioni – da 16 a 644 zone e uscite – grazie alle quali garantisce un’elevata capacità di integrazione. Ogni centrale dispone dello stesso numero di uscite e di ingressi per la gestione di tutta l’automazione dell’abitazione, dalle luci al clima, dall’irrigazione alle tapparelle.

Antintrusione e smart home: centrali lares 4.0 di Ksenia Security

Tanto le funzioni inerenti alla sicurezza quanto quelle di home automation possono essere gestite dall’App lares4.0 ed essere programmate ed eventualmente espanse dall’installatore da qualsiasi terminale mobile grazie alla web App Ksenia Pro. Quest’ultima permette inoltre ai tecnici di centralizzare e geolocalizzare le centrali installate, in modo da avere sotto controllo tutti gli impianti in remoto.

Raffaella Quadri
Informazioni su Raffaella Quadri 28 Articoli
Giornalista freelance, lavora da anni nel campo della comunicazione, in particolare nei settori tecnico industriali – tra cui l'elettrico e il comparto delle tecnologie –, esperienza che le ha permesso di sviluppare un approccio multisettoriale.