I sistemi di accumulo alla luce del PNIEC

Ecologica e inesauribile l’energia solare garantisce risparmio e indipendenza assicurando un futuro green ed ecosostenibile: i target sfidanti del PNIEC

I sistemi di accumulo per la transizione energetica

Il PNIEC (Piano per l’energia e il clima) è un’importante e sfidante piano che disciplina la transizione energetica del paese, all’interno del quale il ruolo dei sistemi di accumulo è fondamentale visto l’enorme impatto che l’energia prodotta da fonte rinnovabile avrà sulle reti elettriche.

Vincenzo Ferreri, Amministratore Delegato Sonnen Srl e Sonnen eServices Italia Srl
Vincenzo Ferreri, Amministratore Delegato Sonnen Srl

Con i protagonisti del settore – Fronius Italia, Solarwatt, Fimer, Senec e Sonnen – abbiamo discusso delle prospettive del mercato dello storage nell’articolo “Rinnovabili: le prospettive dei sistemi di accumulo”, ora ci concentriamo proprio sugli obiettivi fissati dal PNIEC. Tutti concordano nell’affermare che i sistemi di accumulo rappresentino il presente e il futuro del rinnovato paradigma energetico italiano.

“Sarà importante sfruttare in modo trasversale i sistemi di accumulo sia nel residenziale sia su impianti di taglia commerciale e abilitare quanto prima queste tecnologie nel rilascio di servizi di flessibilità sia nel mercato dell’energia sia nell’ambito dei servizi di dispacciamento – sostiene, infatti, Vincenzo Ferreri, Amministratore Delegato Sonnen Srl e Sonnen eServices Italia Srl -. Se nel residenziale il loro utilizzo grazie anche al nuovo DL Rilancio è pressoché scontato, cosí non è per il settore commerciale. Pertanto sarà importante supportare l’adozione di sistemi di accumulo attraverso apposite normative che possano dare stabilità agli investimenti necessari per il loro utilizzo”.

sistemi di accumulo sonnen
sonnenBatterie è una soluzione di accumulo energetico dotata di un software intelligente per la gestione dei flussi di energia durante il giorno

Quale ruolo rivestono i sistemi di accumulo?

Vito Zongoli, Managing Director di SENEC Italia
Vito Zongoli, Managing Director di SENEC Italia

I sistemi di accumulo rivestono e rivestiranno un ruolo sempre più vitale nel sistema energetico italiano. Ai 30 GW di energia rinnovabile si devono aggiungere anche i 6 milioni di veicoli elettrici e i 3 milioni di pompe di calore che, secondo Terna, sono previsti entro il 2030.

Le parole dell’’Ing. Vito Zongoli, Managing Director di Senec Italia non lasciano dubbi sull’importanza strategica dello storage. “Tutta questa massiva elettrificazione, unita all’incremento nella produzione energetica da fonti rinnovabili non programmabili, condurrà ad un’estrema instabilità della rete elettrica, che può essere tenuta sotto controllo solamente grazie ai sistemi di accumulo aggregati nelle UVAM. La previsione di Terna infatti è di 15 GWh di capacità di accumulo installata entro il 2030. Questo si traduce in circa 3 milioni di sistemi in esercizio! I sistemi di accumulo saranno quindi una componente essenziale in un sistema elettrico basato sulle rinnovabili”.

Prevalgono le applicazioni residenziali

Alberto Pinori – Direttore Generale di Fronius Italia
Alberto Pinori – Direttore Generale di Fronius Italia

Attualmente il sistema di accumulo vede una maggiore percentuale d’impiego in applicazioni prevalentemente residenziali, quindi impianti fino ad un massimo di 10 kW come evidenziato dalle parole di Alberto Pinori – Direttore Generale di Fronius Italia.

“Per questo, anche considerando la crescita significativa che ci attendiamo, l’apporto dei sistemi di accumulo per gli obiettivi del PNIEC risulta essere abbastanza contenuto. Va però detto che i sistemi di accumulo stanno generando importanti benefici economici nella filiera italiana: per gli installatori ed i progettisti, i distributori ed i produttori stessi. Inoltre è da tenere in considerazione il loro contributo all’equilibrio della rete elettrica. In termini di PNIEC potrebbero, quindi, risultare non determinanti dal punto di vista numerico, ma sono sicuramente rilevanti in termini economici”.

PRIMO_GEN24 Fronius
Fronius propone diverse soluzioni per aumentare l’autoconsumo residenziale

… non solo residenziale

Giovanbattista Napolitano, è Technical Support Coordinator Italy di Fimer
Giovanbattista Napolitano Technical Support Coordinator Italy di Fimer

Lo sviluppo tecnologico nel campo delle soluzioni storage ha spinto un numero sempre maggiore di utenti all’installazione di impianti fotovoltaici innovativi nelle proprie abitazioni.

“Tale tendenza che si è evidenziata negli ultimi anni in Italia, contribuirà al raggiungimento degli obiettivi fissati dallo PNIEC, in particolare nei segmenti Residenziale e Commerciale. – afferma Giovanbattista Napolitano, è Technical Support Coordinator Italy di Fimer – Infatti, soprattutto per le nuove abitazioni, è sempre maggiore la domanda di soluzioni intelligenti per la gestione dei propri fabbisogni energetici. Tuttavia, in casi specifici, anche il segmento Utility sta manifestando un interesse verso l’impiego di soluzioni storage nei grandi impianti. Fimer sta ampliando la gamma di soluzioni con storage e ciò non riguarderà solo i sistemi residenziali ma anche gli altri segmenti, proprio perché crediamo nell’importanza presente e futura di questa tecnologia”.

Stabilità del sistema elettrico con i sistemi di accumulo

Marco Boschello, Coord. Tecnico e Commerciale Solarwatt
Marco Boschello, Solarwatt

La capacità installata dalle fonti di energia rinnovabile è cresciuta notevolmente negli ultimi anni ed è destinata a crescere ulteriormente, rispondendo agli obiettivi nazionali, spinta dalla riduzione del costo degli impianti eolici e fotovoltaici.

Marco Boschello, Coord. Tecnico e Commerciale Solarwatt evidenzia come “in questo scenario dovranno essere prese in considerazione le problematiche di inerzia e regolazione di tensione e frequenza per non avere ripercussioni sulla stabilità del sistema elettrico nazionale. A livello locale, la risposta a queste possibili problematiche può essere data dai sistemi di accumulo aggregato in grado di fornire velocemente servizi di regolazione”.

 

Avatar
Informazioni su Alessia Varalda 1541 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.