Energia green: perché investire nel fotovoltaico e storage

L’energia solare è stata e sarà anche in futuro una delle protagoniste della crescita delle rinnovabili e investire ancora in questa tecnologia ha i suoi vantaggi

Energia green: perché investire nel fotovoltaico e storage

La sostenibilità è un obiettivo chiave per lo sviluppo futuro del nostro Paese e la consapevolezza di quanto sia importante cambiare le cose oggi per contare su di un futuro migliore domani è ormai matura, soprattutto in ambito ambientale. Nello specifico, l’energia rinnovabile – soprattutto fotovoltaico e storage in Italia – trova un ruolo da protagonista nei progetti di sviluppo sostenibile.

Sostenibilità e ambiente: investire nelle rinnovabili

NellAgenda 2030 l’ONU fissa 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Developments Goals), di cui uno è proprio quello di favorire lo sviluppo dell’energia pulita e accessibile. Per comprendere l’importanza di questo obiettivo è sufficiente pensare che più del 60% delle emissioni globali dipende proprio dalla produzione di energia da fonti fossili, ancora oggi unica fonte disponibile per più della metà del mondo.

L’importanza dello sviluppo delle fonti rinnovabili è ribadita nel Green Deal Europeo, che porterà l’Europa alla neutralità climatica nel 2050. In Italia, il Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima recepisce quanto contenuto nelle indicazioni europee e nel Decreto Legge sul Clima e punta a raggiungere una quota di energia rinnovabile pari al 30%. Nello specifico, l’obiettivo per il fotovoltaico è quello di raggiungere i 52 GW di potenza installata entro il 2030.

Infine, anche il Recovery Plan italiano, denominato Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), individua sei missioni per il rilancio del Paese, di cui una è proprio la rivoluzione verde e la transazione ecologica. È chiaro, quindi, che la direzione sia più che tracciata verso l’energia rinnovabile e le misure per favorirne lo sviluppo saranno sempre di più. Si andrà verso la semplificazione delle autorizzazioni e un aumento delle misure per combattere l’inquinamento. In conclusione, per ogni cittadino investire nel fotovoltaico e in generale nell’energia rinnovabile è una decisione che pesa a favore dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile.

Incentivi e detrazioni fiscali per chi investe nel fotovoltaico

Anche se non ci sono più incentivi fiscali specifici per l’installazione di impianti fotovoltaici, è possibile usufruire di quanto previsto per gli interventi di ristrutturazione e, in alcuni casi, per la riqualificazione energetica. Il Superbonus 110%, infatti, include negli interventi trainati incentivabili l’installazione di impianti fotovoltaici, purché combinati ad interventi trainati come la posa di un isolamento a cappotto.

Le detrazioni sono calcolate sulla base della superficie installata, con 2.400 euro per ogni kWh, fino ad un massimo di 48.000 euro. Anche i sistemi di accumulo possono essere portati in detrazione, in questo caso si tratta di 1.000 euro per ogni kWh, sempre con un tetto di 48.000 euro.

Chi non può accedere al Superbonus, inoltre, può ricorrere al Bonus Ristrutturazioni che, però, si ferma al 50% della spesa sostenuta.
Invece, dal 2013 non sono più erogati incentivi con il Conto Termico e il fotovoltaico non rientra nemmeno negli interventi ammessi dall’Ecobonus al 65%.

perché investire nel fotovoltaico e storage

Lo sviluppo dello storage

Considerata l’importanza del fotovoltaico per lo sviluppo sostenibile e le possibilità di ottenere detrazioni ed incentivi fiscali, il terzo e importante punto a favore del fotovoltaico è il crescente sviluppo dei sistemi di storage. Uno dei limiti del fotovoltaico fino ad alcuni anni fa, infatti, era il fatto che il consumo dell’energia prodotta era vincolato al momento in cui questa veniva prodotta. Di conseguenza, l’energia ottenuta dai pannelli fotovoltaici veniva principalmente immessa in rete.

Accumulare l’energia in una batteria, invece, aumenta la flessibilità di utilizzo dell’impianto, favorendo l’autoconsumo di quanto prodotto. Attualmente, la maggior parte dei sistemi di accumulo è di taglia contenuta (inferiore a 20 kWh) e quindi riconducibile all’ambito residenziale. A fronte di un maggior investimento iniziale per l’accumulo, quindi, si ottiene un maggior vantaggio economico. Inoltre, i sistemi di accumulo sono anche la tecnologia abilitante per lo sviluppo delle comunità energetiche, che condividono l’energia prodotta da un impianto fotovoltaico.

I costi si riducono e la tecnologia fa passi avanti

Investire oggi nel fotovoltaico, poi, permette anche di godere del graduale abbassamento dei costi per i pannelli fotovoltaici e i sistemi di accumulo. Quindi, è necessario un investimento iniziale per la tecnologia minore. Gli impianti, ma anche i sistemi di accumulo, sono sempre più accessibili, sia grazie all’evoluzione tecnologica, che alla sempre maggior diffusione di queste soluzioni. Il calo dei prezzi registrato negli ultimi anni è superiore al 15% e in alcuni casi arriva anche al 20%.
A tutto ciò, si aggiungono i passi avanti fatti con il revamping e il repowering del fotovoltaico, che assicurano un prolungamento della vita dei pannelli, tramite operazioni di ripristino.

Fotovoltaico e mobilità elettrica

Un ultimo motivo per cui risulta vincente la scelta di installare un impianto fotovoltaico con accumulo è legato allo sviluppo della mobilità elettrica. Nonostante l’anno complicato per il settore automotive, il comparto delle auto elettriche ed ibride continua a segnare punti di crescita. In prospettiva di un acquisto, quindi, è importante considerare non solo la possibilità di ricaricare l’auto presso la propria abitazione, ma anche l’origine dell’energia che viene utilizzata per farlo.

L’auto elettrica è una scelta positiva per l’ambiente, ma è importante che sia alimentata con energia pulita e rinnovabile. Inoltre, poter contare sull’autoproduzione abbatterebbe notevolmente i costi di ricarica.

Informazioni su Gaia Mussi 84 Articoli
Laureata in Progettazione Tecnologica e Ambientale, da sempre appassionata ai temi della sostenibilità e della tecnologia. Collabora come copywriter con portali, magazine e aziende per la creazione di contenuti inerenti il campo dell’edilizia, della sostenibilità e del risparmio energetico

1 Trackback / Pingback

  1. Solare termico e fotovoltaico: abbinamenti con pompa di calore

I commenti sono bloccati.