Prodotti intelligenti e Smart Home: i test e le certificazioni possibili

I prodotti e le soluzioni per la Smart Home sono sempre più diffusi: la fiducia nei confronti delle case produttrici è importante poiché ci sono ancora barriere per timore di sicurezza e privacy

Prodotti intelligenti e Smart Home: i test e le certificazioni possibili

I dispositivi intelligenti per la Smart Home sono ormai di quotidiano utilizzo e sono sempre di più le persone che si affidano alla tecnologia per automatizzare alcune attività, godere di maggior comfort e favorire il risparmio energetico. Acquistare i dispositivi smart è sempre più semplice e anche i costi diventano man mano più accessibili. Il mercato della Smart Home, quindi, cresce e raggiunge sempre più utenti.

Per favorire e supportare questa ampia diffusione delle nuove tecnologie è importante che si diffonda conoscenza e fiducia nei confronti delle case produttrici. Infatti, spesso i consumatori sono bloccati da perplessità tecniche, da questioni di sicurezza o dal timore di un qualcosa di “troppo complesso”.

Smart Home: il Wi-Fi è da verificare

Il primo e banale test consigliato (in questo caso agli utenti) prima di trasformare casa in una smart home è quello relativo alla copertura del Wi-Fi. Gli elettrodomestici connessi comunicano tra loro e con l’utente tramite la connessione Wi-Fi. Per questo è importante essere certi della qualità della propria rete. Per farlo è sufficiente effettuare un test tramite appositi tool gratuiti e disponibili online. Il test del Wi-Fi permette di valutare tre parametri: il ping, la velocità di download e la velocità di upload. Il test andrebbe eseguito più volte in momenti diversi della giornata e anche in differenti stanze, al fine di individuare eventuali punti critici per la connessione.

Nella smart home è tutto sotto controllo

La sicurezza dei dispositivi smart

Ci sono diversi laboratori in Europa che si occupano di test e analisi in ambito di sicurezza e informatica e anche i prodotti dotati di una certa tecnologia, come gli oggetti per la smart home, possono essere sottoposti a differenti valutazioni.
Ad esempio AV-TEST GmbH si occupa di realizzare test per valutare soluzioni per la sicurezza, considerando parametri come il livello di protezione, le prestazioni e l’usabilità del prodotto. Questi test vengono effettuati anche su dei computer campione, sottoposti a minacce rappresentative dei pericoli più comuni. Il laboratorio tedesco ha fatto test anche su altri prodotti, come alcuni dispositivi per la sicurezza della casa, tra cui le serrature intelligenti.

L’importanza di testare la sicurezza di questi dispositivi è fondamentale, in quanto sono proprio dedicati a funzioni di controllo degli accessi. Le minacce di intrusioni, infatti, possono essere duplici: fisiche e virtuali.

Valutazione della security compliance: sicurezza e privacy degli oggetti connessi

La ioXt Alliance (Internet of Secure Things Alliance) riunisce oltre 300 membri operanti in diversi settori, tra cui anche grandi nomi come Google, Amazon e Zigbee. È stato sviluppato un programma per la valutazione della security compliance dei dispositivi connessi in generale, con lo scopo di favorire una maggior fiducia dei consumatori, grazie all’introduzione di specifici requisiti di sicurezza e privacy.

Oltre alla sicurezza, vengono valutate la trasparenza verso il consumatore e l’aggiornabilità. Ora il programma si estende anche alle applicazioni mobile e non mancano i produttori che hanno collaborato con la ioXt Alliance per effettuare dei test sulle proprie applicazioni, per certificarne la sicurezza. Quando un prodotto per la Smart Home soddisfa i requisiti riceve l’etichetta ioXt SmartCert.

Uno dei primi prodotti che ha ottenuto la certificazione ioXt è Google One.

Qualità del software secondo gli standard internazionali

La norma ISO IEC 25000 Systems and Software Quality Requirements and Evaluation è una famiglia di standard internazionale per la qualità dei sistemi software. Lo scopo di questa norma è quella di definire la qualità, i test necessari da eseguire e dei criteri di valutazione della conformità dei prodotti. Ottenere questa certificazione, permette alle aziende produttrici di dimostrare la qualità dei propri prodotti e di differenziarsi dalla concorrenza.

Oggi, la qualità del software nel mondo della domotica e della Smart Home diventa fondamentale, in quanto la tecnologia presente in casa aumenta ogni giorno a livelli esponenziali.
A questa si aggiungono tutte le certificazioni di prodotto di qualsiasi genere di dispositivo, talvolta cogenti, altre volte volontarie. In questo secondo caso, è un ente terzo a verificare il prodotto.

Informazioni su Gaia Mussi 88 Articoli
Laureata in Progettazione Tecnologica e Ambientale, da sempre appassionata ai temi della sostenibilità e della tecnologia. Collabora come copywriter con portali, magazine e aziende per la creazione di contenuti inerenti il campo dell’edilizia, della sostenibilità e del risparmio energetico

1 Trackback / Pingback

  1. Dispositivi intelligenti e Smart Home: quali te...

I commenti sono bloccati.