Illuminare una clinica oculistica tra benessere e design

Illuminare una clinica oculistica con l’efficienza dei LED e la discrezione delle soluzioni Buzzi & Buzzi: come nasce il progetto di luce indoor e outdoor di Vista Vision Milano

Illuminare una clinica oculistica: le soluzioni LED

Quando il lighting diventa efficiente, elegante ma anche funzionale agli spazi di lavoro e alle necessità dei professionisti. Per illuminare la Clinica Oculistica Vista Vision di Milano, lo studio DESIDERIO10ARCHITETTURA ha optato per una efficiente integrazione di stile minimale, accenti luminosi a LED e materiali innovativi.

Un progetto contemporaneo, in sintonia con i caratteri del capoluogo lombardo, che coinvolge sia negli spazi interni sia la facciata della clinica. Il tutto, creando percorsi di luce moderni e sostenibili con le soluzioni a LED Buzzi & Buzzi.

Illuminare una clinica oculistica: gli interni

Partiamo dall’illuminazione indoor. Il protagonista tecnologico è Genius, il dot installabile a soffitto in cartongesso o laterizio che emette un potente fascio dal foro di emissione di 20mm, ma scompare quando l’apparecchio è spento. Il materiale brevettato AirCoral, inoltre, purifica l’aria e rende più salubri gli ambienti. C’è poi l’incasso a scomparsa totale Eggy, sempre a LED e realizzato in AirCoral. Il corpo illuminante si allinea perfettamente all’atmosfera minimal di Vista Vision Milano, generando una luce avvolgente e ben distribuita. Le pareti ospitano anche la tridimensionalità di Pipedo Open, per un’illuminazione diffusa che si trasforma anche in elemento decorativo.

Illuminare una clinica oculistica all'esternoTra le altre soluzioni scelte dai progettisti troviamo Rhino, incasso per installazione a soffitto o parete di cartongesso, orientabile di 360° sull’asse verticale e 90° sull’asse orizzontale, che aggiunge personalità e customizzazione all’impianto. Basic Round, invece, forma linee pure e semplici donando un’armonia circolare agli spazi. Un’altra proposta a scomparsa totale, con materiali innovativi, che esalta l’architettura del contesto milanese. Chiudiamo il corposo allestimento interno con il doppio proiettore a faretto Taurus. Una luce versatile e direzionale, con lenti intercambiabili, che completa il progetto illuminotecnico con effetti “decisi”.

Luce anche in facciata

La struttura della clinica oculistica Vista Vision di Milano andava valorizzata anche esternamente. A cominciare dalla peculiare facciata, trasformata in elemento scenografico con il proiettore orientabile in metallo S1 della collezione Iron Line. Anche qui, massima personalizzazione con la possibilità di ruotare l’apparecchio sull’asse orizzontale di circa 360°.

Gli utenti della clinica vengono così accolti da una luce puntuale, integrata alla struttura con discrezione e linearità. Atmosfera che li accompagna poi nelle esperienze degli spazi interni, funzionali e orientati al comfort di pazienti e professionisti.

Maria Cecilia Chiappani
Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 398 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.