Fotovoltaico galleggiante: il nuovo impianto di Singapore

Inverter Fimer e tecnologie avanzate per il parco fotovoltaico galleggiante installato nelle riserve idriche di Bedok e Selatar

Impianto fotovoltaico galleggiante con inverter FIMER

Produrre energia green e ridurre le emissioni inquinanti sfruttando l’ampia superficie acquatica dell’isola: Singapore guarda avanti e investe nel fotovoltaico galleggiante. Un’imponente installazione composta da 122mila moduli fotovoltaici “spalmati” su 45 ettari, per una potenza di picco pari a 60MW.

Così, la città-stato asiatica risolve i problemi di spazio e punta dritta all’obiettivo dei 2 GW di capacità solare entro il 2030. Il tutto, alimentando i propri edifici e il sistema idrico del Paese con energia rinnovabile.

Il ruolo degli inverter FIMER

Tra i protagonisti tecnologici del progetto affidato all’EPC BBR Greentech, gli inverter FIMER “Legacy” MS Station da 750kW. Soluzioni centralizzate dedicate proprio alle applicazioni su larga scala, in grado di resistere anche alle condizioni meteorologiche più estreme come l’esposizione costante all’acqua.

Inverter solari FIMER nell'installazione offshore di Singapore

“Il fotovoltaico galleggiante sta diventando sempre più popolare, soprattutto nei mercati asiatici che vantano le condizioni perfette per l’implementazione – spiega Maren Schmidt, Managing Director Utility Line of Business dell’azienda -. FIMER ha messo a disposizione di questo ambizioso progetto una soluzione ideale, compatta e facile da installare, che si adattava perfettamente alle esigenze del cliente. La messa in servizio durante la pandemia ha certamente comportato anche una serie di sfide, brillantemente superate dal team di esperti coinvolti”.

Perché investire nel fotovoltaico flottante

Nel 2021 il solare galleggiante è cresciuto del 101% sull’anno precedente, mentre si prevede un aumento del 32% della domanda nel periodo 2020-2026. I dati del report “Floating Solar Landscape 2021” di Wood Mackenzie fotografano dunque un mercato molto promettente soprattutto nei Paesi asiatici, pronti a guidare il boom di nuove installazioni.

La rapida diffusione del fotovoltaico flottante è dovuta soprattutto ai suoi vantaggi tecnici. La vicinanza dei pannelli solari alle superfici acquatiche e la maggiore luce riflessa consentono infatti di aumentare considerevolmente la produzione di energia rispetto a un impianto analogo installato a terra. Ovviando, al contempo, alla necessità di occupare ulteriore suolo.

Informazioni su Redazione 1272 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.