Trasformazione digitale ed evoluzione 4.0 a SPS Drives

La piattaforma digitale aperta, interoperabile e abilitata dall’IoT di Schneider Electric – EcoStruxure - sarà protagonista dell’edizione 2019 di SPS IPC Drives Italia.

Schneider Electric a Sps Drives

Componenti, soluzioni connesse, software e servizi abilitanti sono la proposta di Schneider Electric a SPS IPC Drives Italia (padiglione 6, stand E024 – 28-30 Maggio 2019, Parma) attraverso EcoStruxure, la piattaforma e architettura di sistema con cui ha unificato l’offerta nei mercati chiave dell’industria, dell’energia, degli edifici, del data center.

EcoStruxure sta accompagnando l’evoluzione 4.0 e la trasformazione digitale di tutti i settori chiave della nostra economia, ma proprio nell’industria il suo approccio basato su apertura e sulla ricerca di standard si è rivelato vincente, per scardinare i silo tecnologici nati dalla tradizionale preferenza per modelli e protocolli chiusi e liberare pienamente il potenziale della digitalizzazione – commenta Massimo Merli, VP Industry di Schneider Electric. – OEM e end user italiani che stanno realizzando progetti di smart manufacturing con noi, cogliendo i vantaggi di efficienza energetica e operativa, produttività, profittabilità.”

Innovazione continua in componenti e soluzioni connesse

Per quanto riguarda l’automazione di macchina, Schneider Electric presenterà un PLC innovativo, con spiccate caratteristiche di connettività e comunicazione, abbinate a funzionalità di motion controller, Modicon M262.

All’interno dell’architettura EcoStruxure Machine, dedicata agli OEM, trova spazio TeSys Island, soluzione di controllo motore intelligente, basata sull’IIoT, con funzionalità evolute in termini di raccolta dati dal campo e di facilità di installazione, di interfaccia e di programmazione.

Nuovi software pensati per realizzare servizi digitali come EcoStruxure Machine SCADA Expert, che si affianca alla proposta EcoStruxure Machine Advisor.

Nuova gamma di soluzioni Preventa XPS Universal, che unisce la semplicità applicativa dei moduli di sicurezza cablati alla possibilità di differenziare i messaggi usando una semplice connessione punto-punto. Due soli modelli consentono di realizzare sicurezza per un’ampia gamma di macchine.

Ricca gamma di componenti come i pulsanti Harmony, i sensori Telemecanique Sensors con la proposta XIOT, il sensore connesso al cloud, gli HMI Magelis e le soluzioni di variazione di velocità Altivar.
Inoltre, sono presenti proposte per la distribuzione elettrica integrata MT/BT, soluzioni per l’industrial business continuity della divisione Secure Power e le soluzioni Eurotherm by Schneider Electric.

Tra i plus di EcoStruxure sicuramente l’integrazione dei sistemi di fabbrica e degli altri sistemi che vivono intorno all’ambiente produttivo e ne garantiscono il funzionamento, come la distribuzione elettrica e le infrastrutture per l’IT industriale. Grazie a una concezione comune basata su connettività e apertura, l’ottimizzazione e l’efficientamento raggiungono livelli elevati consentendo alla digitalizzazione di permeare i processi industriali.

Maggiori informazioni a questo link.

Redazione
Informazioni su Redazione 889 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.