Sostenibilità al primo posto per Schneider Electric

Sostenibilità aziendale, ripartenza green e impegno solidale trovano riscontro nell’ultimo indice Schneider Sustainability Impact

Indice sostenibilità Schneider Electric

Che ruolo assume oggi la sostenibilità per una global company come Schneider Electric? I risultati del primo trimestre 2020 parlano di azioni immediate, volte a ridisegnare un ecosistema di ripartenza green e impegno socio-economico.
Lo confermano gli obiettivi di sviluppo sostenibile misurati nell’indice non finanziario Schneider Sustainability Impact (SSI), che segna 7.15 punti su 10.

Ogni trimestre, infatti, Schneider Electric rende pubblico lo status dei 21 indicatori rispetto agli ambiziosi obiettivi di sostenibilità dell’azienda nel periodo 2018 – 2020. Traguardi che quantificano gli impegni presi in occasione del COP 21 e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (SDG).

Fare sostenibilità con nuove strategie

La leggera e comprensibile frenata dell’ultimo report SSI non rallenta la strategia sostenibile dell’azienda. Anzi, stimola azioni concrete per rilanciare uno sforzo sociale ed economico senza precedenti.

“Viviamo una sfida che coinvolge miliardi di persone e la sostenibilità è sempre importante – commenta Gilles Vermot Desroches, Sustainability Senior VP di Schneider Electric -. Sono convinto che insieme potremo arrivare più lontano e più velocemente ai nostri obiettivi globali”. Un esempio? La Fondazione Schneider Electric ha immediatamente reagito all’emergenza lanciando il Tomorrow Rising Fund. “Un acceleratore di misure concrete – aggiunge Desroches –, che abbiamo dedicato alla ripartenza sociale e allo sviluppo di atteggiamenti sociali resilienti”.

Indice Schneider Sustainability Impact Q1 2020

I 4 pilastri della “reazione” sostenibile

Schneider Electric ha quindi deciso di rispondere alla crisi sanitaria ed economica con una precisa pianificazione basata su 4 quattro pilastri.

I passi avanti misurati nel report riflettono l’impegno solidale dei dipendenti e dei partner di Schneider Electric

Sostegno ai dipendenti

La priorità è assicurare salute e sicurezza a tutti i dipendenti nel mondo, implementando misure in linea con le direttive locali. Il gruppo ha rafforzato i benefit standard a livello globale (vita, salute e cura familiare) per tutti i dipendenti e per tutta la durata della crisi.

Passi avanti pronti a integrarsi ad altri due programmi di “salute ed equità” del report Schneider Sustainability Impact: la parità salariale di genere e il programma Global Familiy Leave erano già vicini al 100% di copertura a fine 2019.

Sostenere società ed ecosistema

Altrettanto importante, assicurare la continuità di servizio in tutti i Paesi e in tutte le comunità in cui Schneider Electric opera. Parliamo di manutenzione operativa per le infrastrutture critiche, nel rispetto delle normative sanitarie e delle indicazioni delle istituzioni pubbliche nazionali e locali. Questo, collaborando in modo sinergico con l’intero ecosistema di business: fornitori, partner e distributori.

Sempre in tema tecnologico, l’azienda offre opportunità formative a dipendenti e partner attraverso piattaforme online. Oggetto dell’e-learning, gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Onu e altri argomenti di attualità.

Sostenibilità solidale: Tomorrow Rising Fund

Il fondo sostiene azioni di ricostruzione a breve e a lungo termine, invitando manager, dipendenti e stakeholder esterni a contribuire. A ogni donazione, ne corrisponderà un’altra da parte di Schneider Electric.

Non mancano, inoltre, le iniziative dei vertici aziendali: il Presidente & CEO Jean-Pascal Tricoire contribuirà personalmente con il 25% del suo salario base, per la durata della crisi epidemiologica. Anche i membri del Comitato Esecutivo si sono impegnati a donare al fondo il 10% dello stipendio.

Tra gli altri esempi virtuosi:

  • Francia: più di 100 dipendenti offerti, come operatori qualificati, per lavorare 24 giorni su 24, 7 giorni su 7 per sei settimane, nello stabilimento Air Liquide di Antony (vicino a Parigi) per realizzare 10mila respiratori richiesti dal governo;
  • India: le donazioni aiutano direttamente oltre 10.000 elettricisti e le loro famiglie durante il periodo di lockdown;
  • in tutto il mondo, Schneider supporta ospedali e servizi sanitari per assicurare continuità di servizio, mentre i dipendenti di alcuni impianti produttivi hanno iniziato a stampare schermi per il viso da donare alle strutture mediche locali.

Promuovere la ripartenza green

Quarto e ultimo pilastro, il rilancio di un’economia basata sulle “tre D”: decarbonizzazione, decentralizzazione e digitalizzazione. Per questo Schneider Electric si è unita alla Green Recovery Alliance, promossa dal Parlamento Europeo per condividere piani di investimento in ottica green.

Si conferma l’impegno per gli investimenti “verdi” e il supporto a chi si trova in prima linea per superare la crisi in atto

In tema di sostenibilità ambientale e inquinamento, infine, l’azienda ha sottoscritto il documento European Plastics Act, varato lo scorso 6 marzo a Bruxelles per accelerare azioni di economia circolare sulla plastica.

Maria Cecilia Chiappani
Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 308 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.