Generazione distribuita: perché il mondo punta sulle rinnovabili

Secondo l’ultima Distributed Renewables Overview di Navigant Research, tecnologie, tempi e costi della generazione distribuita da fonti rinnovabili sono ormai maturi

generazione distribuita fotovoltaico rinnovabili

Riusciranno generazione distribuita e rinnovabili a soddisfare un fabbisogno energetico globale in costante aumento? L’Agenzia Internazionale dell’Energia sostiene che entro il 2020 i Paesi in via di sviluppo utilizzeranno il doppio della potenza elettrica richiesta negli ultimi 25 anni. E che un’ampia fetta di questo output verrà dalle cosiddette DRen (distributed renewables energy sources).

Una convinzione condivisa dall’ultima Distributed Renewables Overview di Navigant Research e fondata sul calo dei costi e sull’evoluzione di strumenti creditizi utili a supportare lo sviluppo di grid parity e rinnovabili. Sul fronte ambientale, le comunità locali potranno finalmente ridurre le emissioni di carbonio e la dipendenza dai combustibili fossili, “elettrificando” anche i luoghi più remoti della Terra con installazioni rinnovabili behind-the-meter (BTM).

Distributed Renewables Overview in cifre

Da 85,3 miliardi di dollari nel 2019 a 165,7 miliardi nel 2028: il mercato delle DRen crescerà con un tasso medio annuale (CAGR) del 7,7%, trainato dalle regioni dell’Asia-Pacifico, pronte a balzare dagli attuali 51 miliardi a 110,4 miliardi di dollari.

Tradotto in capacità di generazione, nel 2028 si toccheranno 155,4 GW globali, contro i 56 GW del 2019, con CAGR del 12%. Il primato spetta naturalmente al fotovoltaico, dato a 162,7 GW entro il 2028 (106,4 GW solo nell’Asia-Pacifico), seguito dall’eolico con 2,1 GW.

Quanto al contesto applicativo, la fotografia della generazione distribuita green mostra diversi scenari. Le installazioni residenziali passeranno dagli odierni 19,6 GW a 55,6 GW, strizzando l’occhio all’indipendenza energetica ottenuta grazie agli impianti fotovoltaici smart, che integrano accumulo, HVAC e ricarica dei veicoli elettrici. Il segmento industriale dovrebbe invece guadagnare la maggior parte delle capacità annuali passando da 21,2 GW a quasi 60,7 GW entro il 2028.

generazione distribuita - fonte Navigant Research

I vantaggi della svolta DRen nella generazione distribuita

Investire in risorse DRen significa secondo Navigant Research ottenere maggiore sicurezza energetica, riducendo al contempo le emissioni inquinanti. In generale, le fonti energetiche rinnovabili distribuite vantano i seguenti plus:

  • offrono un solido business case in località remote e off-grid;
  • consentono una generazione scalabile, secondo gli specifici carichi di ogni utente finale;
  • diversificano i portafogli di generazione, aumentando affidabilità e sostenibilità;
  • evitano i lunghi processi di autorizzazione richiesti dai progetti centralizzati.

Dal punto di vista tecnologico, i sistemi DRen possono essere implementati a livello locale in modo personalizzato, sulla base delle specifiche esigenze e tenendo conto dei limiti ambientali ed ecologici del luogo.

Le rinnovabili possono cambiare il volto del sistema energetico globale, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo e nelle località off-grid

Il futuro delle rinnovabili: 4 driver vs 4 limiti

Distributed Renewables Overview chiude con alcune considerazioni sull’evoluzione delle installazioni DRen nel mondo, e soprattutto nelle economie emergenti.

Partiamo dai pro, con i 4 driver del settore:

  • evoluzione degli incentivi e apertura del mercato alla partecipazione degli stakeholder;
  • miglioramento dei costi e parallela crescita dei prezzi dell’elettricità al dettaglio;
  • aumento degli investimenti in energy storage e soluzioni ibride;
  • sviluppo di nuovi modelli di business e innovazioni finanziarie.

A questa spinta corrispondono 4 limiti alla diffusione delle rinnovabili:

  • consapevolezza dei clienti finali;
  • value chain ancora troppo frammentata;
  • costi dell’infrastruttura di comunicazione;
  • necessità di modelli finanziari onnicomprensivi.

In sostanza, il cambio di passo della generazione distribuita da fonti rinnovabili è affidato allo sviluppo di modelli di business capaci di sfruttare la flessibilità del sistema energetico, al miglioramento delle politiche governative e dei quadri normativi e alle iniziative energetiche intelligenti.

Maria Cecilia Chiappani
Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 261 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.