Emissioni zero per 13 edifici di Schneider Electric

Prosegue l’attività di Schneider Electric volta a portare a emissioni zero tutti i propri siti

Centro logistico Schneider Electric di San BOI Spagna

Schneider Electric ambisce a tagliare drasticamente le emissioni di anidride carbonica prodotte dalle proprie attività, adottando azioni in linea con la strategia Science Based Targets per contenere l’aumento della temperatura media globale entro gli 1,5 °C. In un solo anno, il Gruppo ha ridotto di 130.000 tonnellate le sue emissioni di CO2 diminuendole del 22% (2018 vs 2017). A inizio ottobre 2019, Schneider Eletric ha dichiarato che 13 sedi del suo gruppo sono state trasformate in edifici a emissioni nette zero (net zero carbon) grazie all’utilizzo delle soluzioni EcoStruxure e alla gestione digitale dell’energia.

Pienamente operativi, ma con emissioni zero

EcoStruxure utilizzato nell'impianto produttivo di Monterrey, MessicoSono quindi 13 gli edifici che possono essere classificati come “net zero carbon”: secondo l’organizzazione World Green Building Council, gli edifici “net zero carbon” sono altamente efficienti dal punto di vista energetico e sfruttano le energie rinnovabili.

Una ulteriore dimostrazione dell’efficacia di EcoStruxure, un’infrastruttura che consente di mantenere un’elevata operatività senza emettere anidride carbonica.

Il settore delle costruzioni e della gestione degli edifici ha un ruolo chiave nella riduzione della temperatura media globale, poiché è responsabile di circa il 30% delle emissioni di gas serra e del consumo di energia.

Un edificio a emissioni nette zero è una struttura ad alta efficienza energetica, che usa per tutte le sue esigenze fonti energetiche rinnovabili – disponibili sul posto o distribuite – per operare a zero emissioni nell’arco dell’anno.
Ad oggi, sono ben tredici le sedi di Schneider Electric in Cina, Europa e Nord America che possono vantare queste caratteristiche. Si tratta di edifici in cui la gestione dell’energia è stata digitalizzata grazie all’uso di EcoStruxure Power e EcoStruxure Building.

Risultati costanti per la sostenibilità

Negli ultimi 10 anni Schneider Electric è riuscita a ottenere a livello mondiale un risparmio energetico del 30% grazie al programma dedicato Schneider Energy Action. Ben il 45% delle attività operative di Schneider Electric sono attualmente (ottobre 2019) alimentate con elettricità prodotta da fonti rinnovabili.
In occasione dell’Innovation Summit, Schneider Electric ha annunciato il proprio ingresso come membro del consiglio di direzione della Regional Chamber del World Green Building Council per l’area Asia-Pacifico.

I più recenti edifici net zero carbon di Schneider Electric

  • Cina – Impianto produttivo di Wuhan
  • Messico – Impianto produttivo Monterrey P2
  • Spagna – Centro logistico di San BOI
Redazione
Informazioni su Redazione 896 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.