Digitalizzazione e decentralizzazione: l’evoluzione del sistema elettrico nazionale

Continua il progressivo percorso verso la decarbonizzazione del sistema energetico con un aumento significativo delle rinnovabili. L’evoluzione del sistema elettrico chiede certezze

La transizione del sistema elettrico ha portato, negli ultimi anni, a una crescita delle fonti rinnovabili all’interno del mix energetico nazionale: la produzione da impianti eolici e fotovoltaici ha raggiunto circa 43 TWh nel 2019, pari al 15% della produzione complessiva di energia elettrica.

Una quota che nella primavera di quest’anno, nel periodo del primo lockdown, ha raggiunto nuovi record di produzione. Allo stesso tempo la domanda nazionale di energia elettrica si è ridotta del 12% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Il mix produttivo orario nazionale nel mese di aprile 2020 mostra:

  • una riduzione della quantità totale di energia prodotta (da 659 GWh a 567 GWh)
  • un significativo incremento del «peso relativo» della fonte solare rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente (13% vs 9%)
  • una significativa riduzione del «peso relativo» delle fonti fossili (44% vs 52%)
andamento settore elettrico durante il lockdown
Gli effetti del lockdown sul sistema elettrico: andamento del mix di generazione –

Ma quali sono le sfide legate all’evoluzione del sistema elettrico? Secondo l’Electricity Market Report 2020 realizzato dall’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano stiamo assistendo a un vero e proprio cambiamento del sistema elettrico grazie al peso sempre maggiore delle fonti rinnovabili e della progressiva dismissione di una parte del parco termoelettrico. La generazione distribuita ha assunto un ruolo rilevante anche in termini di energia elettrica prodotta, coprendo oltre un quinto della produzione lorda nazionale e precisamente:

  • oltre il 50% della capacità di generazione installata nel 2019 (complessivamente in calo a causa delle dismissioni che hanno interessato il parco termoelettrico).
  • oltre il 15% della produzione complessiva di energia elettrica nel 2019 relativa ad impianti eolici e fotovoltaici (a fronte del 2,5% nel 2009)

andamento fonti di energia

5 implicazioni sull’evoluzione del sistema elettrico

L’evoluzione del sistema elettrico nazionale dovrà essere in grado di rispondere alle esigenze di maggiore elettrificazione dei consumi (in parte attenuata dell’effetto delle politiche in tema di efficienza energetica) sfruttando una quota sempre maggiore di fonti rinnovabili. La gestione del sistema elettrico si basa su 5 dimensioni chiave:

  1. adeguatezza – Sistema dotato di risorse di produzione, stoccaggio, controllo della domanda e capacità di trasporto sufficienti a soddisfare la domanda attesa, con un margine di adeguatezza in ogni dato periodo
  2. sicurezza – Capacità del sistema elettrico di resistere a modifiche dello stato di funzionamento a seguito di disturbi improvvisi, senza che si verifichino violazioni dei limiti di funzionamento del sistema stesso
  3. resilienza – Capacità del sistema di resistere a sollecitazioni che hanno superato i limiti di tenuta e di riportarsi nello stato di funzionamento normale, eventualmente mediante interventi provvisori
  4. qualità – Capacità di garantire la continuità del servizio (mancanza d interruzioni nella fornitura di energia elettrica, frequenza e tensione entro i range ammissibili) e la qualità dello stesso (livello di tensione, forma d’onda, …)
  5. efficienza – Capacità di gestire il Sistema Elettrico rispettando i requisiti di sicurezza, adeguatezza e qualità, al minimo costo complessivo per il cittadino/utente
Informazioni su Redazione 1199 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.