Missione ospedale connesso con EcoStruxure Building Operation

Efficienza, risparmio e benessere dei pazienti sono i risultati tangibili della svolta digitale avviata dall’Ospedale Versilia di Camaiore (LU) con l’adozione della piattaforma di monitoraggio

EcoStruxure Building Operation di Schneider Electric per l'Ospedale Versilia

Pensare digitale, anche nel mondo ospedaliero: quando integrazione impiantistica e Internet of Things incontrano realtà “illuminate” della sanità pubblica italiana, possono nascere percorsi di efficientamento degli edifici.

Proprio come nel caso dell’USL (Unità Sanitaria Locale) Toscana Nord-Ovest, promotrice, dal 2016, di un corposo processo di riqualificazione smart delle proprie strutture in ottica di efficienza energetica e gestione delle risorse in campo. Apripista di questa trasformazione, l’Ospedale Versilia di Camaiore, primo edificio dell’azienda sanitaria a vincere la sfida della supervisione digitale messa in campo grazie alla tecnologia EcoStruxure Bulding Operation.

EcoStruxure Building Operation per il controllo dell'intero Ospedale VersiliaDa moderno ospedale a vero smart building

Nato nel 1998, l’Ospedale Versilia è immerso in una pineta di circa 10 ettari e si articola su sei piani.
Al moderno complesso si associa, nel 2016, la prima “pietra” di un ambizioso progetto di accorpamento dei 13+8 presidi ospedalieri dell’USL sotto un unico sistema di monitoraggio e controllo, al fine di abilitare nuovi interventi di efficientamento energetico delle strutture. Un’azione che, dal 2020, impatterà su un bacino di utenza di oltre 1.300.000 abitanti.

Efficienza energetica e operativa in un solo sistema

“L’efficienza energetica è vita, soprattutto in una struttura così articolata – spiega Stefano Maestrelli, Energy Manager della USL Toscana Nord-Ovest -. I pazienti dell’Ospedale Versilia possono contare su comfort e protezione, perché la piattaforma EcoStruxure Building Operation unisce benessere e salute delle persone a importanti risultati in termini di risparmio energetico”.

Già nel 1998 il progetto prevedeva l’installazione di un BMS (Building Management System). L’ulteriore passo avanti si identifica nell’ingresso di tecnologie impiantistiche avanzate e di una regolazione ancora più smart e integrata.

“La destinazione plurima dell’edificio, con uffici, degenze, magazzini, bar e molto altro, richiedeva una migliore gestione dell’energia, da erogare puntualmente dove e quando serve, senza sprechi – continua l’energy manager -. L’Internet of Things, inoltre, sta cambiando il modo in cui vengono trasmesse le informazioni, per migliorare l’efficienza operativa della struttura e la user-experience di pazienti e dipendenti dell’ospedale”.

Pensiamo a un ambiente sensibile come la sala operatoria, dove la qualità e la quantità di aria immessa sono soggette a normative ben precise.

Il nuovo sistema di regolazione serve proprio per evitare inconvenienti, consentendo al tempo stesso di risparmiare energia quando gli spazi sono inutilizzati. Stesso discorso per la gestione dei consumi in aree dalle diverse destinazioni d’uso, come potrebbero essere gli uffici amministrativi e la zona hospitality.

Il software EcoStruxure Building Operation di Schneider Electric, appunto, rende tutto questo possibile.

Perché affidarsi a EcoStruxure Building Operation

Il cuore pulsante dell’operazione smart building consente di ottimizzare le prestazioni di interi edifici, integrando il controllo di impianti HVAC, illuminazione, controllo accessi e antintrusione, videosorveglianza, rinnovabili, segmento IT e distribuzione elettrica. Il tutto con operazioni semplici, anche per gli addetti interni, grazie alla visualizzazione dei consumi drag-and-drop, alla programmazione oraria simile ai calendari Outlook e alla possibilità di generare report con un singolo click.

Inoltre, diversi protocolli di comunicazione aperti possono essere nativamente integrati, per garantire la possibilità di selezionare i migliori strumenti per la propria applicazione. Inoltre, il software EcoStruxure Building Operation può diventare aggregatore dei sistemi di controllo di tutta l’azienda.

Vantaggi e benefici

L’operazione ha ridotto le emissioni di CO2 (l’equivalente di 15.000 automobili in meno ogni anno) e ha generato un risparmio annuo gas, elettricità e manutenzione di circa 3.200.000 euro per 10 anni.

La lettura dei dati restituiti dai 15.000 punti di rilevazione della struttura e la capacità futura di integrare all’interno di un unico sistema un totale di 21 edifici dislocati in tutta la Toscana rappresentano una sfida importante.

Schneider Electric ha garantito le esigenze di un particolare settore – quello ospedaliero – per il giusto comfort ai pazienti in una struttura efficiente, innovativa e affidabile.

Avatar
Informazioni su Alessia Varalda 1519 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.