Vimar connette luci e tapparelle (e misura i consumi)

Vimar propone 3 nuove soluzioni per una casa sempre più connessa: uno smart meter e due dispositivi da retrofrutto per comandare luci e tapparelle.

Dispositivi connessi Vimar

Sono 3 i nuovi dispositivi connessi Vimar gestibili tramite la app VIEW (dedicata all’utente) e facilmente configurabili dall’installatore (tramite la app VIEW Wireless).

Il primo è un energy meter, che permette di misurare e visualizzare attraverso l’app VIEW il consumo e, nel caso della presenza di un impianto fotovoltaico, l’eventuale produzione di energia elettrica istantanea.
Tramite un’apposita sonda può essere collegato alla linea monofase, ma anche a una singola linea del sistema trifase. Per avere sempre sotto controllo i consumi dell’intera abitazione, questo dispositivo permette anche di visualizzare lo storico di energia prodotta/consumata con risoluzione oraria, giornaliera, mensile e annuale.

Da tradizionale a impianto connesso con i dispositivi Vimar

Per favorire la conversione di un impianto elettrico di tipo tradizionale in un impianto connesso, in particolare se realizzato a pulsanti e relè, Vimar propone inoltre due nuovi dispositivi da retrofrutto.
Il primo è un modulo relè connesso per il controllo di lampade a incandescenza, lampade a LED e lampade fluorescenti. Per il controllo delle tapparelle o per orientare le lamelle degli oscuranti, invece, c’è un apposito il modulo tapparella connesso.

Dispositivi IoT per smart home VimarCon questi due dispositivi, che offrono una installazione alternativa rispetto ai deviatori e agli attuatori per tapparelle connessi, l’impianto elettrico tradizionale diventa smart e permette di avere a portata di mano, di smartphone o di voce – nel caso dell’integrazione con gli smart speaker – il controllo di luci e tapparelle.

La configurazione base di questi due dispositivi è semplice da realizzare tramite l’app VIEW Wireless e prevede lo standard Bluetooth wireless technology 5.0 come protocollo di connettività pre-caricato. Grazie alla doppia tecnologia di cui sono dotati questi dispositivi, attraverso l’app di configurazione è però possibile convertire il funzionamento da Bluetooth a Zigbee, abilitando l’integrazione diretta dei dispositivi con hub Zigbee (ad esempio con Amazon Alexa Echo Plus/Show/Studio) e gestire un ecosistema smart, utilizzando direttamente l’App Amazon Alexa.

Vittoria Viazzo
Informazioni su Vittoria Viazzo 93 Articoli
Collaboratrice di Elettricomagazine.it, specializzata nei settori della riqualificazione, rinnovo ed efficienza energetica