Luce di emergenza: come rendere smart gli impianti esistenti

Tridonic combina i sistemi basicDIM Wireless e sceneCOM per semplificare la manutenzione della luce di emergenza in impianti già installati

Luce di emergenza wireless di Tridonic

Controllo centralizzato di tutti gli apparecchi, manutenzione semplificata e rispetto degli standard normativi: la moderna luce di emergenza “parla” digitale, anche nelle applicazioni esistenti.

Proprio quando è difficile interconnettere gli apparecchi senza aggiungere cablaggi, entra in gioco la proposta wireless di Tridonic. Una combinazione di tecnologie già note, Casambi-Ready basicDIM Wireless e DALI sceneCOM, che rende tracciabili i test e gli interventi di manutenzione negli impianti di illuminazione con apparecchi a batteria.

Luce di emergenza wireless per impianti sempre a norma

Come rendere gli edifici più sicuri, efficienti e connessi? La tecnologia senza fili si integra con semplicità negli impianti già operativi. Questo riduce i tempi e i costi dell’intervento, garantendo tutti i vantaggi di un sistema di sorveglianza centralizzato.

Al centro della soluzione, il sistema radio basicDIM Wireless. Gli apparecchi per luce di emergenza vengono interconnessi in una rete mesh a prova di guasti, senza interventi strutturali. Configurare il sistema è altrettanto rapido, grazie alla tecnologia Bluetooth Low Energy (BLE). Le lampade DALI già installate si aggiornano con un alimentatore PRO e si collegano alla rete wireless. Per supportare questa riqualificazione smart, Tridonic propone anche il modulo compatto basicDIM Wireless Modul G2.

Luce di emergenza connessa: il sistema Tridonic

In seguito, un gateway connette tutti i corpi illuminanti interfacciati via radio al controller sceneCOM evo, che può gestire fino a 192 punti luce. Questo dispositivo controlla l’intero impianto in modo del tutto automatico. Non solo: Tridonic ha sviluppato una logica di comando che gli consente di testare i singoli apparecchi e di visualizzare lo stato del sistema in tempo reale.

I vantaggi della manutenzione smart

I facility manager possono dire addio alla manutenzione manuale su ogni singolo apparecchio. Con la nuova soluzione Tridonic, basta accedere alla dashboard del sistema via pc, notebook, tablet o altri dispositivi con collegamento internet. In un attimo, si hanno a disposizione tutte le informazioni sullo stato dell’impianto e sugli ultimi risultati dei test. Sempre con un solo pulsante, il sistema genera automaticamente un registro (Pdf o Xml) con le informazioni rilevanti.

La nuova applicazione server em-LINK v2 di Tridonic abilita tutte queste funzioni anche per grandi impianti, con diversi controller sceneCOM evo. Se pensiamo ai campus con edifici dislocati o alle catene di negozi, i vantaggi del controllo remoto sono ancor più evidenti. Infine, i componenti del sistema wireless sono certificati BSI KitemarkTM e risultano conformi a tutte le normative sulla luce di emergenza.

Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 446 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.