Lampada UV-C germicida: luce e tecnologia per ripartire sicuri

Illuminazione, tecnologia e salute: la nuova lampada UV-C germicida Active Air di Signify e le prime esperienze italiane in contesti professionali

Lampada UV-C germicida: la proposta Active Air di Signify

Lampada UV-C germicida: come funziona e perché è così importante? Scuole, ristoranti, hotel, uffici, supermercati, mezzi di trasporto: sono esempi concreti di situazioni che aggregano molte persone, per diverse ore, spesso senza mascherina. Il tema della qualità dell’aria, certo, non è nato con l’emergenza covid. Ma nell’ultimo anno la permanenza negli ambienti chiusi si è trasformata nel principale problema da risolvere per tornare avvicinarci a una nuova normalità.

Ecco perché Signify ha deciso di implementare la propria proposta di illuminazione professionale UV-C. Una tecnologia efficace contro virus, batteri e agenti patogeni, che risponde in modo affidabile a ogni esigenza di disinfezione dell’aria e delle superfici. Il tutto mentre le persone lavorano, mangiano, acquistano: le lampade germicide entrano in azione nei normali orari di apertura, ovvero nei momenti più critici in ottica di contagio.

Perché puntare sulla lampada UV-C germicida

Insieme alla lotta al virus, è oggi prioritario far ripartire l’economia e riportare in Italia un clima di fiducia nel futuro, anche attraverso la riapertura della maggior parte degli esercizi pubblici. Di questo si è parlato nella tavola rotonda online organizzata da Signify per approfondire i plus della sanificazione attraverso la luce.

“Illuminazione è anche sinonimo di sicurezza e salute – spiega Daniel Tatini, amministratore delegato di Signify Italia, Israele e Grecia -. La tecnologia può permettere alle categorie più colpite dalle restrizioni di guardare avanti e ripartire in sicurezza sotto ogni punto di vista. Abbiamo così deciso di investire incrementando di otto volte la produzione degli apparecchi UV-C. Questo per renderne possibile l’installazione nel maggior numero di ambienti potenzialmente a rischio, seguendo scrupolosamente le linee guida di sicurezza pubblicate in collaborazione con la Global Lighting Association”.

E dove installarla

Active Air, come le altre soluzioni UV-C, nasce con l’obiettivo di disinfettare l’aria a ciclo continuo nei luoghi a elevato livello di interazione sociale. Parliamo soprattutto di asili, scuole, negozi, ospedali, studi medici, hotel, uffici, industrie, palestre e ristoranti.

Qui, la tecnologia Signify riesce a inattivare in modo rapido ed efficace lo schema di riproduzione dei virus, neutralizzando anche il SARS-CoV-2, responsabile del Covid-19. Ma è altrettanto utile a combattere batteri, funghi e spore, che non sopravvivono ai raggi UV-C. La questione, dunque, non riguarda solo il covid: portare aria salubre e sicura negli ambienti commerciali, nelle strutture ricettive e soprattutto nelle scuole è una missione più importante che mai.

Lampada UV-C germicida Active Air di Signify

La tecnologia Philips UV-C Active Air

Veniamo alla new entry della proposta per la disinfezione dell’aria. Diversamente dagli apparecchi Philips UV-C Upper Air, la lampada UV-C germicida Active Air è adatta anche per l’installazione in ambienti dalle dimensioni ridotte e dai soffitti più bassi. Questo perché integra ventole attive, in grado di convogliare l’aria e permetterne la filtrazione e la disinfezione all’interno dell’apparecchio stesso. Si garantisce così l’assenza di esposizione ai raggi UV-C nell’ambiente esterno, a prescindere dalle sue dimensioni.

Quanto “disinfetta” Active Air? I risultati dei test microbiologici dimostrano che l’apparecchio è in grado di disattivare il 90% di microorganismi presenti nell’aria di una stanza di 30 mq dopo 2 ore di funzionamento. Quando utilizzato in combinazione con le soluzioni Philips UV-C Batten per le superfici, poi, la protezione è davvero completa.

Lampada UV-C germicida: esempi italiani

Dalla teoria alla pratica, tra i relatori dell’incontro virtuale c’erano anche i primi due clienti finali italiani di questa gamma. Si tratta della catena di supermercati to.market e del ristorante milanese “La Premiata Trattoria Arlati”.

Entrambi hanno infatti scelto i prodotti di disinfezione Philips UV-C per ripartire in sicurezza.

Esperienze retail

“Siamo entrati in contatto con le tecnologie Signify a inizio 2021 – racconta Mattia Ballabio, ceo di to.market -. Una volta compreso il potenziale delle soluzioni UV-C abbiamo realizzato la prima installazione del nuovo punto vendita di Milano, in zona Buenos Aires, per poi procedere in altre strutture. Lo abbiamo fatto in una fase ancora delicata, l’attenzione verso le misure di sicurezza era ancora molto alta, ma porteremo avanti questo progetto perché la salubrità degli ambienti pubblici resterà un tema prioritario”.

In dettaglio, alcuni punti vendita ospitano già apparecchi Philips UV-C Batten e Upper Air per la sanificazione di aria e superfici come carrelli, scaffali, casse e banconi. “Siamo i primi a utilizzare in ambito retail questi apparecchi, finora usati principalmente nel settore sanitario – conclude il manager -. I fatti ci stanno dando ragione, perché i clienti hanno accolto positivamente l’iniziativa e mostrano grande interesse verso questa tecnologia”.

Valore aggiunto per la ristorazione

Ancora più complessa la situazione dei ristoranti, tra le attività più colpite dalle restrizioni anti-covid. Ed ecco l’esempio dello storico locale milanese “La Premiata Trattoria Arlati”, pronto a ripartire con la tecnologia UV-C. “Dopo una chiusura imposta di oltre 250 giorni, tra i vari cambi di colore regionali – spiega il proprietario Leopoldo Arlati -, l’obiettivo era riaprire presto nel totale rispetto della salute di dipendenti e clienti. Per questo motivo abbiamo deciso di affidarci all’esperienza di Signify e agli apparecchi Philips UV-C Active Air e Upper Air. Oggi, la storica Trattoria Arlati può tornare trasformare cibo e musica in piacevole convivialità”.

35 anni di esperienza nel settore delle lampade UV-C per essere in prima linea nel contrastare la diffusione del virus: la sfida di Signify

La lampada UV-C germicida diventa così una tecnologia abilitante per tutte le categorie professionali: più ambienti interni sicuri e fruibili, più possibilità di “consolidare” una vera ripartenza.

Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 446 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.