Gemello digitale delle reti elettriche: arriva IdentiQ

Con il nuovo gemello digitale delle reti elettriche IdentiQ, Hitachi Energy punta alla flessibilità, alla sicurezza e alla sostenibilità dell’infrastruttura

Gemello digitale delle reti elettriche di Hitachi Energy

Accelerare la transizione energetica con il gemello digitale delle reti elettriche? Il contributo del digital twin all’integrazione delle energie rinnovabili nella rete e all’elettrificazione dei trasporti e dell’industria si fa sempre più concreto.

La soluzione IdentiQ nasce infatti per migliorare la gestione degli asset dell’infrastruttura, clusterizzando le informazioni in un unico spazio digitale e permettendo agli operatori un accesso costante a tutte le funzionalità del sistema. I vantaggi si quantificano in efficienza, flessibilità e, dunque, spinta verso gli obiettivi globali di decarbonizzazione.

Cosa significa digital twin

Adottare il gemello digitale delle reti elettriche di Hitachi Energy significa replicare “virtualmente” una stazione HVDC (corrente continua ad alta tensione) converter, uno STATCOM o un’altra soluzione di power quality. Così, i gestori della rete avranno a disposizione tutte le informazioni rilevanti su risorse, analytics e dati operativi attraverso una dashboard intuitiva e personalizzabile.

IdentiQ offre infatti la visualizzazione interattiva 3D dell’intero asset e l’accesso in un solo clic a tutte le informazioni associate all’impianto e agli apparati. Questo comprende anche compresa documentazione tecnica, procedure di manutenzione, formazione sulla sicurezza e dati operativi real time per il monitoraggio e l’analisi.

I 4 vantaggi di IdentiQ

Ne vale la pena? Le risorse HVDC e power quality ci guadagnano, sotto diversi punti di vista. Il digital twin IdentiQ, infatti, rende le infrastrutture:

  • sostenibili ed efficienti, grazie al supporto da remoto e alla digitalizzazione delle informazioni cartacee sulle vecchie installazioni;
  • flessibili, rispondendo rapidamente alle mutevoli esigenze di performance delle risorse;
  • informaticamente sicure, nel rispetto dei principali standard di cybersecurity del settore, proteggendo tutti i dati dal rischio di perdita o distruzione;
  • fisicamente sicure, offrendo formazione digitale sulle procedure in loco, sull’abbigliamento necessario e sui percorsi di evacuazione prima di visitare un sito.

Integrazione nei sistemi aziendali

Sul fronte del dialogo del digital twin con altre soluzioni, non ci sono problemi. IdentiQ si integra efficacemente con la piattaforma Lumada e la suite software Lumada Asset and Work Management di Hitachi. Un’interconnessione ottimale per controllare costantemente l’intero sistema aziendale, dal sito alla sala riunioni.

Il gemello digitale delle reti elettriche, dunque, chiude il cerchio di una digitalizzazione che vede nell’elettricità la spina dorsale dell’intero sistema energetico.

Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 495 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.