Al CES 2020 tutti i risvolti della casa connessa 4.0

Più che smart home, dovremmo chiamarla IoT home: il tanto atteso appuntamento di Las Vegas celebra la casa connessa 4.0 e predilige le esperienze immersive

Casa connessa 4.0: le soluzioni del futuro al CES di Las vegas

Perché parlare di casa connessa 4.0? Se la nuova edizione della più grande e spettacolare fiera dedicata all’elettronica di consumo ci ha insegnato qualcosa, è che ogni prodotto può diventare intelligente. Non solo termostato, allarme ed elettrodomestici: l’ecosistema globale delle soluzioni IoT è in continuo movimento, come un cosmo pronto a inglobare elementi del tutto inediti.

Guardando alle tendenze del CES 2020, in futuro non sarà così strano strano pensare a biancheria, cuscini, chiavi e specchi connessi… Qualunque dispositivo consumer potrà dialogare con la smart home, interfacciandosi comodamente con piattaforme web e mobile. In attesa di testare questa iper-connessione domestica, torniamo al mondo dell’integrazione con una carrellata delle migliori (e stilose) tecnologie presentate a Las Vegas.

Tutti i prodotti di consumo possono diventare smart, cambiando radicalmente il nostro modo di abitare

Da smart home a casa connessa 4.0, ecco gli assistenti vocali

La smart home è un dato di fatto: la prossima sfida sta nel portare innovazioni “disruptive” ma ben ancorate ai desideri e al comfort dell’utente. Ecco perché la casa connessa di Las Vegas è anzitutto IoT-ready: dal controllo vocale all’efficienza energetica, dalla sicurezza agli elettrodomestici intelligenti e sostenibili. Insomma, il tradizionale concetto di manutenzione della propria abitazione è acqua passata.

La casa che ti parla

Nella casa IoT, luci, tapparelle, termostati e videocitofoni dialogano con smart speaker e app. Lo sa bene BTicino, che ha portato in fiera una proposta integrata di soluzioni per risparmiare tempo ed energia, senza dimenticare il lato estetico.

Tra i prodotti presentati insieme al gruppo Legrand:

  • comandi digitali Living Now con integrazione di Amazon Alexa, per controllare tutte le funzioni connesse;
  • termostato intelligente Smarther with Netatmo, da gestire tramite app Home + Control (la stessa di Living Now);
  • videocitofono Classe 100X connesso allo smartphone, per il controllo remoto di porte/cancelli e di altre funzioni.

La Casa connessa 4.0 secondo BTicino con i comandi vocali

Questione di HomeKit

Sempre in tema di assistenti vocali, i prodotti per la casa intelligente di Bosch saranno presto compatibili con HomeKit. La piattaforma di Apple sarà infatti in grado di controllare il sistema Bosch Smart Home, in piena compatibilità con l’assistente vocale Siri. L’azienda ha anche annunciato l’intenzione di sviluppare un’interfaccia aperta per terze parti selezionate, che consentirà loro di integrare i dispositivi Bosch Smart Home nelle proprie soluzioni tramite API cloud. Ecco come le diverse app dei partner saranno in grado di controllare i nuovi servizi della casa.

Luce e aria di qualità

Una bella “fetta” dell’IoT domestico riguarda la luce. Philips Hue, per esempio, ha aggiunto la funzionalità Bluetooth a buona parte delle lampadine e ha aggiornato la funzione Zones nell’app Hue. Quest’ultimo aggiornamento consente di configurare accessori come interruttore Dimmer Philips Hue, pulsante Philips Hue Smart Button o qualsiasi interruttore Friends of Hue, per controllare una singola zona anziché l’intera stanza. Tradotto, potremmo controllare un corridoio del piano superiore o un angolo del soggiorno semplicemente tramite interruttore o sensore intelligente.

Jeniot-Home Airsafe controlla la qualità dell'aria indoorMa l’attenzione cade anche sul comfort abitativo: non serve rimarcare l’importanza della qualità dell’aria indoor per la salute e il benessere delle persone. Ecco perché Generali Jeniot ha lanciato Jeniot Home | AirSafe, il dispositivo IoT per la prevenzione dei rischi domestici. Il dispositivo, nato dalla collaborazione con Nuvap è in grado di:

  • monitorare la qualità dell’aria;
  • allertare l’utente in caso di fughe di gas o incendi;
  • comunicare con allarmi, notifiche push e speciali servizi diassistenza 24/7;

Jeniot Home | AirSafe integra anche una smart light che cambia colore e gradiente per rendere ancora più confortevoli gli spazi indoor.

Non sai che domotica scegliere? Vivila prima, con la realtà virtuale

Casa connessa 4.0 in realtà virtuale allo stand del gruppo NiceNon un semplice contenitore di prodotti e tecnologie integrate: lo stand interattivo dei marchi Nice, Fibaro e Abode ci ha offerto un ulteriore spunto di riflessione sul lato business della casa connessa. Al suo debutto oltreoceano come gruppo, la multinazionale italiana ha infatti presentato ai visitatori i diversi scenari della smart home attraverso esperienze immersive di Virtual Reality. Potremmo immaginare i visori come un “must” per gli show-room nostrani?

Automazione a tutto tondo

Soluzione chiave della casa intelligente Nice, l’ecosistema Yubii consente di controllare automazioni per tende, cancelli e porte da garage, sensori di allarme e impianti sicurezza, in piena compatibilità con gli assistenti vocali Google Home e Amazon Alexa. Questo grazie al gateway Nice Core: un sistema di controllo wi-fi che, grazie al protocollo bidirezionale con tecnologia mesh, collega i prodotti connessi Nice e consente agli utenti di creare impostazioni personalizzate da gestire, volendo, via app.

Casa connessa 4.0: missione interoperabilità

Tra le novità del gruppo Nice, anche il sistema Home Center 3 di Fibaro. La proposta smart consente l’integrazione con oltre 2mila prodotti di altre aziende che operano in diverse tecnologie. Diventa così molto semplice per installatori e utenti comandare più prodotti intelligenti in tema di illuminazione, tapparelle, riscaldamento e climatizzazione, allarme, monitoraggio consumi e irrigazione. Il tutto con un design sofisticato, all’altezza di ogni stile abitativo.

La vera sfida della smart home riguarda l’interconnessione di prodotti, impianti e servizi di aziende diverse

Sicurezza DiY allo stand Amazon

L’innovativo sistema di sicurezza iota di Abode si è invece guadagnato uno spazio allo stand del colosso Amazon, nella speciale area “Home Improvement”. Il dispositivo di sicurezza domestica fai-da-te è caratterizzato da:

  • telecamera HD integrata e sensore di movimento;
  • app per visualizzazione streaming real time;
  • utilizzo stand alone o integrato in sistemi di sicurezza esistenti;
  • sistema di allarme wireless che integra i principali protocolli Smart Home.

Al CES 2020, Nice Abode ha lanciato anche la telecamera intelligente per esterni e interni con design modulare, diverse opzioni di installazione e visione computerizzata avanzata.

Serrature intelligenti per tutti i gusti

Parlando di sicurezza, è giunta l’ora di fare sul serio con la protezione della propria casa. Lo dimostra l’ampia panoramica di chiavi e serrature intelligenti mostrate al CES 2020. A cominciare dalla nuova proposta Netatmo, che consente di gestire e condividere l’accesso alla propria casa in modo semplice e sicuro. Come? La porta si apre e si chiude inserendo la chiave smart nella serratura oppure utilizzando l’app Netatmo Security. Qui è possibile, in pochi clic, configurare tutte le chiavi intelligenti, condividere l’accesso alla casa con tutti i membri della famiglia e disattivare una chiave smarrita o rubata. Dedicato a chi ama viaggiare, il sistema consente anche di mandare un invito allo smartphone in sostituzione della chiave fisica. Così, non dovremo più preoccuparci di lasciare le chiavi a un vicino o sotto allo zerbino. Idem per i gestori di strutture ricettive: gli ospiti possono ricevere l’accesso all’alloggio, sempre in massima sicurezza.

Sicurezza domestica con le serrature intelligenti Netatmo

La serratura Linus di Yale rappresenta invece un ottimo mix di tecnologia e stile, firmato dal design svizzero Yves Behar. Tra i plus della soluzione, la funzione auto lock, che blocca automaticamente la serratura alla chiusura della porta dopo un lasso di tempo definito dall’utente. Altra comodità che ci eviterà la classica domanda: avrò chiuso bene la porta di casa? Infine, Linus e gli altri prodotti Yale per la smart home si prestano all’integrazione in cloud con i sistemi di allarme SR e Sync alarm. Gli impianti risultano si disabiliteranno o abiliteranno automaticamente ogni volta che la serratura viene legittimamente sbloccata via app.

Smart home anche nelle placche, con la proposta iotty

I dettagli fanno la differenza, anche nella casa connessa 4.0

Completiamo il nostro viaggio virtuale a Las Vegas con il lusso delle placche per interruttori intelligenti iotty. La nuova linea in grès porcellanato Made in Italy si aggiunge infatti all’apprezzata proposta del 2017 in vetro temperato. In aggiunta ai 5 colori già noti (bianco, nero, sabbia, azzurro e grigio), gli utenti potranno personalizzare le placche scegliendo tra molteplici texture ed effetti visivi del grès porcellanato. Si tratta infatti di un materiale molto resistente, impermeabile e adattabile a ogni linea di arredamento.

Questo (e molto altro) è il CES di Las Vegas, il più influente evento al mondo dedicato alla tecnologia.

Maria Cecilia Chiappani
Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 280 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.