Tra comfort e superbonus, vincono le pompe di calore

Il 2021 italiano della climatizzazione è connesso ai maxi incentivi fiscali per la riqualificazione degli edifici: facciamo il punto su comfort e superbonus con i protagonisti del settore

Comfort e superbonus: cosa pensano i protagonisti del mercato

Comfort e superbonus 110%: il matrimonio funziona? Il tema è certamente complesso: da un lato l’entusiasmo della filiera e la voglia di ripartire, dall’altro il decollo frenato dalle incertezze burocratiche e dall’attesa dei decreti attuativi.

Oggi, a metà 2021, possiamo dire che il meccanismo corre e i lavori legati al superbonus raddoppiano di mese in mese. Lo confermano le ultime rilevazioni Enea: da gennaio a marzo, il numero dei cantieri certificati è aumentato del 410%, per un totale di oltre 8.350 siti e un valore complessivo di 877 milioni di euro. Tra i protagonisti tecnologici di tutto questo, in termini di efficienza e risparmio energetico, ci sono gli impianti di climatizzazione, capitanati dalle pompe di calore.

Comfort e superbonus: il 2021 parte bene

I dati Assoclima del primo trimestre segnano crescite a doppia cifra per quasi tutte le categorie. Ma le performance delle apparecchiature idroniche condensate ad aria – +133,6% a volume e +88,3% a valore sul 2020 – riflettono gli effetti delle agevolazioni. Così, il mercato di chiller e pompe di calore raddoppia e supera nei primi tre mesi del 2021 il record di 100 milioni di euro, trascinato dalle soluzioni residenziali. Le pompe di calore sotto i 17 kW triplicano in quantità, con oltre un terzo delle vendite in versione ibrida. Ma viaggiano a ritmi alti anche i sistemi di potenza maggiore, in linea con le spinte europee alla decarbonizzazione.

Attenzione, però, agli entusiasmi facili: i rincari delle materie prime incombono sul boom della domanda, mentre le aziende già pensano alle sfide post superbonus. Come si destreggiano, in queste valutazioni ambivalenti, i player italiani della climatizzazione? Lo abbiamo chiesto a cinque manager di esperienza.

Comfort e superbonus: tavola rotonda con i player della climatizzazione

Parola d’ordine: programmare il futuro

“Scinderei la discussione in due temi – risponde Attilio Verzilli, Sales Manager di Carrier DX-. Il primo riguarda naturalmente l’impatto positivo di queste misure, booster fondamentali per il mercato della climatizzazione. Basti pensare che nel primo trimestre 2021 il clima residenziale ha registrato un +20% di unità vendute. La seconda riflessione, meno rassicurante, riguarda la bolla speculativa legata a questa crescita dell’edilizia. Ritengo importante restare con i piedi per terra, programmare le attività a lungo termine per mantenere un andamento costante e non dettato solo dagli incentivi. Insomma, servono idee e novità tecnologiche, per garantire una domanda adeguata anche negli anni a venire”.

Il ruolo delle pompe di calore

“Il superbonus e le misure dello sconto in fattura e della cessione del credito hanno dato nuova linfa al mercato delle costruzioni – commenta Stefano Negri, Marketing Director della Divisione Climatizzazione di Mitsubishi Electric -. In particolare, le pompe di calore sono e saranno sempre più l’elemento centrale dell’ammodernamento degli impianti di climatizzazione. Questi sistemi rappresentano un esempio di tecnologia efficiente che, grazie all’utilizzo dell’energia rinnovabile, contribuisce al soddisfacimento delle esigenze di riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria in modo sostenibile. Il loro rendimento energetico supera del 60% le soluzioni tradizionali a combustione di gas naturale o gasolio (caldaie), garantendo inoltre un approccio rinnovabile all’utilizzo dell’energia”.

… e della loro integrazione con il fotovoltaico

“La valutazione è sicuramente positiva – aggiunge Gianluca Figini, Air Solution Director di LG Electronics Italia -. In passato esistevano già meccanismi di incentivazione come il 50%, il 65% e il Conto Termico che negli anni hanno aiutato il mercato. Il 2020 è stato invece un anno di transizione, anche dal punto di vista normativo, e la pandemia ha rallentato la diffusione delle pompe di calore. Oggi assistiamo a una maggior penetrazione delle soluzioni aria-acqua, proprio grazie al superbonus. Il nostro obiettivo è permettere ai clienti di trarre beneficio da queste agevolazioni fiscali con soluzioni integrate sviluppate in sinergia con la nostra divisione dedicata al fotovoltaico. Questo consente di fare il famoso salto energetico di due classi, migliorando così l’efficienza complessiva dell’edificio”.

Comfort e superbonus? La via dell’efficienza

“Il Superbonus ha inizialmente faticato a prendere piede – conclude Axel D’Angelo, product manager di Daikin Italia -. In primis per la sua difficile comprensibilità, poi per la grande mole di documentazione necessaria, denunciata anche dal premier Mario Draghi. Sebbene questi scogli esistano ancora, è solo durante la fine del 2020 e l’inizio del 2021 che la filiera si è adattata ai nuovi requisiti. Negli ultimi mesi le richieste sono aumentate enormemente e, di concerto, la penetrazione delle pompe di calore in Italia ha continuato e continua ad aumentare. Con grande soddisfazione vediamo finalmente esprimersi la potenzialità di questo mercato. E dunque la possibilità effettiva del raggiungimento dei target di decarbonizzazione e di efficientamento energetico”.

Non solo superbonus

Daniele Spizzotin, General Manager di Toshiba, conferma e rafforza questa opinione. “Gli incentivi sono molto allettanti, soprattutto per il settore residenziale – spiega il manager -. Siamo consapevoli del fatto che il mercato oggi è sostenuto dal superbonus ma non siamo preoccupati per il dopo, perché puntiamo su una crescita organica basata sull’acquisizione di clienti nuovi e fidelizzati. Ritengo dunque possibile mantenere il trend di crescita, anche se sarà più difficile. Per questo è importante, in questo periodo, programmare e agire in modo coerente e mai improvvisato. E soprattutto seguire il giusto approccio con il canale della distribuzione”.

Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 446 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.