Clima e qualità dell’aria indoor: l’integrazione è reale

La pandemia ha portato alla ribalta un tema delicato e spesso sottovalutato: la qualità dell’aria indoor. Le aziende della climatizzazione hanno risposto prontamente con iniziative e tecnologie all’avanguardia

Comfort e purificazione dell'aria insieme

Comfort, efficienza energetica e qualità dell’aria indoor si intrecciano nella “nuova normalità” degli edifici italiani. Perché mantenere gli ambienti salubri, oggi, è più importante che mai, ma lo era anche prima dell’emergenza covid. La pandemia ha accelerato la presa di coscienza collettiva di quanto respirare aria inquinata negli spazi interni possa essere dannoso per la salute.

Molti, infatti, pensano che le peggiori malattie respiratorie siano causate dall’inquinamento atmosferico, mentre tanto avviene tra le mura di casa e non necessariamente per colpa di un virus.

Aria indoor: quali sono i rischi?

La cattiva qualità dell’aria domestica è tra i principali fattori di rischio per la salute. Qui, si entra quotidianamente in contatto con un mix di agenti chimici, fisici e biologici.

Da dove provengono queste sostanze? Principalmente da materiali di costruzione della casa, impianti termici e prodotti per pulizie e igiene personale. Ci sono poi i vapori derivanti dalla cottura dei cibi: emissioni e fumi, cattivi odori e umidità. A ciò si unisce il timore – reale – della trasmissione di virus. Insomma, arieggiare, filtrare e purificare sono le uniche armi a nostra disposizione per scongiurare malattie e migliorare la qualità di vita.

Cosa ne pensano i produttori di tecnologie per la climatizzazione? La spinta, sul mercato, è innegabile. Lo confermano i cinque manager italiani coinvolti nella nostra tavola rotonda dedicata proprio alle due facce di questa “unica” medaglia: comfort e trattamento aria.

Trattamento aria indoor e climatizzazione: le opinioni delle aziende

La salute vince su tutto

“Dopo lo scoppio della pandemia l’attenzione alla salute e alla qualità dell’aria di casa è diventata fondamentale – risponde Stefano Negri, Marketing Director della Divisione Climatizzazione di Mitsubishi Electric -. Trascorriamo in ambienti chiusi il 90% del nostro tempo e respiriamo 10.800 litri d’aria, spesso più inquinata di quella negli spazi aperti. Secondo l’Agenzia europea per l’Ambiente, l’aria inquinata causa complicazioni che portano alla morte di più di mezzo milione di persone all’anno in Europa. Per gli ambienti domestici e di lavoro, alcuni strumenti offrono un ottimo supporto nel trattamento dell’aria. Climatizzatori, purificatori d’aria e ventilazione meccanica controllata sono tra questi. Abbiamo sempre posto grande attenzione alla salute dell’ambiente e delle persone, ne abbiamo fatto la nostra vision. Negli ultimi 100 anni, dalla nostra fondazione, abbiamo realizzato prodotti e soluzioni che sono andati in questa direzione”.

Utenti consapevoli e tecnologie integrate

“Tutte le aziende della climatizzazione stanno lavorando intensamente per implementare nelle proprie soluzioni dei processi inerenti alla qualità dell’aria – spiega Attilio Verzilli, Sales Manager di Carrier DX -. In oltre un anno di crisi sanitaria le vendite di “semplici” purificatori d’aria si sono letteralmente impennate, e questo fa capire quanto sia importante assecondare questo driver di mercato. Non possiamo ignorare le richieste dell’utente finale e il cambio di mentalità che lo porta oggi a compiere scelte di acquisto più consapevoli e orientate alla qualità”.02

Trasformare le esigenze in stimoli di innovazione

“Daikin punta sulla qualità dell’aria indoor da diverso tempo – commenta Axel D’Angelo, product manager di Daikin Italia -. Possiamo anzi definirci tra i promotori di questa importantissima campagna di sensibilizzazione verso il grande pubblico. Proponiamo infatti sia sistemi di ventilazione meccanica sia prodotti dedicati alla purificazione ambientale. Il forte interesse dei consumatori su questo tema, comprensibilmente dovuto alla pandemia in corso, ci dimostra come Daikin conservi il ruolo di apripista sul tema generale del benessere. Ma in modo ancora più importante ci spinge a migliorare la profondità della nostra offerta. Stiamo lavorando al miglioramento della gamma dedicata alla qualità dell’aria e, al tempo stesso, abbiamo introdotto delle iniziative di marketing e commerciali per favorire la penetrazione dei prodotti esistenti sui vari canali di vendita. Non per ultimo, portiamo avanti attività di promozione e divulgazione dell’argomento con le scuole italiane, e in particolare con quelle di Milano, prossime alla nostra sede”.

L’Italia arriva tardi, ma può recuperare

“In Italia questo tema è sempre stato sottovalutato – afferma Daniele Spizzotin, General Manager di Toshiba -. Le tecnologie innovative ci sono e c’erano anche prima della pandemia, ma solo alla luce degli ultimi avvenimenti gli utenti si stanno rendendo conto dell’importanza di mantenere pulita e salubre l’aria interna. Questo vale soprattutto per gli ambienti domestici, dove spesso per questioni economiche si tende a non approfondire la conoscenza di questi sistemi. Nei luoghi pubblici, diversamente, il tema è molto sentito e la sanificazione dell’aria è diventata una condizione operativa strategica per ogni tipo di attività”.

Le soluzioni del momento

In chiusura Gianluca Figini, Air Solution Director di LG Electronics Italia, si sofferma sul ruolo delle tecnologie di purificazione e filtrazione. “L’inquinamento dell’aria è tra i problemi ambientali più preoccupanti. Ma diventa fondamentale proteggersi anche negli spazi di vita quotidiana, visto che trascorriamo sempre più tempo al chiuso. Già prima della pandemia, LG si è concentrata sullo sviluppo di tecnologie innovative per rendere l’ambiente domestico più salubre. La purificazione dell’aria tramite sistemi di filtrazione, tecnologia al plasma per la ionizzazione e funzioni di pulizia del climatizzatore stesso sono alcuni esempi delle funzionalità integrate dalle soluzioni LG”.

La pandemia ci ha portato a trascorrere molto più tempo al chiuso: climatizzazione e purificazione dell’aria uniscono le forze per garantire salubrità

“Come nel caso dei condizionatori LG Dualcool Atmosfera – conclude il manager – che uniscono i vantaggi della climatizzazione a quelli della purificazione dell’aria o dei nuovi Artcool Mirror e Dualcool Deluxe con AirCare Complete System, l’avanzato sistema di filtrazione per mantenere fresca e pulita l’aria emessa e l’unità stessa. Inoltre, la gamma di purificatori d’aria LG PuriCare 360 ci permette di essere sul mercato con un prodotto esclusivamente dedicato alla purificazione. Infine, non bisogna sottovalutare il tema dell’aria indoor nei centri commerciali e nei luoghi pubblici. Grazie alla Cassetta a 4 vie LG Dual Vane, si dispone di un avanzato sistema di filtrazione e purificazione, per garantire la qualità dell’aria e una sua distribuzione uniforme”.

Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 446 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.