Casa intelligente, in futuro più sicurezza e meno costi

Tante le soluzioni per la casa intelligente presenti a Fiera Sicurezza 2021 e Smart Building Expo. Ecco una rassegna delle più interessanti.

Uomo comanda casa intelligente

Nuove o da riqualificare, con cablaggi o wireless, ormai le case chiamano a gran voce tutti quei dispositivi e protocolli capaci di dare loro una marcia in più. Sono le smart home, la casa intelligente, che promettono di rendere l’abitazione più comoda, sicura, parsimoniosa e persino divertente da vivere.

A Fiera Sicurezza 2021 e Smart Building Expo si sono viste numerose soluzioni, dalle più semplici a quelle più articolate, che tramite opportuni dispositivi e protocolli possono davvero migliorare una casa.

Semplicità, flessibilità e sicurezza nella casa intelligente

Stand Astrel Group Fiera Sicurezza 2021
Lo stand di Astrel Group a Fiera Sicurezza 2021

Quando ci sono progetti di ristrutturazione e riqualificazione energetica che mirano a migliorare le performance energetiche dell’edificio, trovare delle soluzioni a basso impatto in termini di tempi e costi può essere un’attività impegnativa.

Astrel Group propone una rinnovata gamma di soluzioni di Smart Home. – evidenzia Tommaso Cavalli, Product Manager – La nostra tecnologia consente di aggiungere intelligenza all’impianto, Rialto Active è in modo da soddisfare tutte le esigenze. Mi piace sottolineare che il nostro sistema rende la casa o l’edificio attivo. Questo significa che il sistema può essere controllato e gestito da remoto, ma soprattutto è in grado di comunicare con l’esterno e segnalare se ci sono dei malfunzionamenti”.

La casa smart proposta Astrel – composta da un ecosistema interamente progettato e prodotto in Italia – non è finalizzata solo al comfort abitativo, ma anche alla sicurezza e al risparmio energetico. La gestione della casa è ancora più semplice grazie all’integrazione con gli assistenti vocali come Amazon Alexa o Google Assistant.

“Per rendere più sicura la gestione della casa, abbiamo introdotto una funzione brevettata: echoback che fornisce un feedback sulla corretta attuazione di un comando, segnalando quando non viene eseguito in modo corretto” conclude Cavalli.

Automazione domestica su base KNX

Luca Ricci ClicHome
Luca Ricci di ClicHome

Nasce su base KNX la piattaforma per la domotica e la building automation Ingenium presente nello stand di ClicHome. Il catalogo include ogni genere di soluzione: supervisione, touch screen, pulsantiere, attuatori, gateway per il clima ecc.

“Oltre a essere molto completa, la nostra offerta per la casa intelligente si dimostra anche molto competitiva sul fronte del rapporto qualità/prezzo. – conferma Luca Ricci di ClicHome – Sul mercato ci sono prodotti che puntano tutto sul prezzo molto aggressivo, lasciando però “scoperti” per la qualità, l’assistenza o la semplicità di installazione e di utilizzo”.

“Due le novità di quest’anno. La prima è il sistema di supervisione con touch screen Viip, che introduce un concetto diverso in cui è il cliente a configurare il proprio sistema di supervisione. L’installatore si occupa della parte più tecnica, dopodiché l’utente finale potrà gestire programmi e attività, scenari, livelli di supervisione, timer ecc. in autonomia, un dettaglio che su prodotti di questo livello non esisteva. Sono state inoltre inserite le funzioni intercom di videocitofonia attraverso il nostro cloud gratuito che esegue l’inoltro della chiamata su smartphone o tablet. L’altra novità è CuBik, un pannello touch con tastierini personalizzabili dall’utente caricando scritte e icone sul sito in fase di ordine e ricevere così un prodotto realmente unico”.

Prodotti e servizi per sicurezza e domotica

App MyJablotron per il controllo della casa intelligenteTra le numerose novità che Jablotron ha portato in occasione di Fiera Sicurezza 2021 ci sono i comunicatori 4G LTE per i nuovi sistemi JA100+ e per i precedenti JA100, che permettono di aggiornare al 4G LTE sia le centrali recenti che le più datate.

Una soluzione che dimostra quanto Jablotron sia attenta alle necessità dei nuovi clienti, ma anche di quelli meno recenti. Pur evolvendo e arricchendo costantemente la linea JA100+ con nuove funzioni, l’azienda non trascura i sistemi della generazione passata.

Ascani, distributore ufficiale di Jablotron, integra il prodotto con il servizio postvendita: l’obiettivo è informare e aiutare i clienti attraverso la professionalità dei propri tecnici e il supporto di Jablotron. La piattaforma MyCompany, ad esempio, nasce proprio per supportare gli installatori nel proprio lavoro al fine di tenere sotto controllo tutti gli impianti collegati e, nel contempo, offre tutte le informazioni tecniche e commerciali relative all’intera gamma di prodotto.

Fondamentali anche i corsi tecnici online, molto apprezzati dagli installatori e dai distributori, così come i numerosi webinar on demand (dal livello base a quello avanzato) e le pillole tecniche (brevi video che mostrano in dettaglio le nuove funzionalità relative al software di programmazione, all’app dell’installatore e alla app myJablotron.

Jarvis, un maggiordomo per residenziale e commerciale

Luca Degli Esposti Jarvis
Luca Degli Esposti di Jarvis

Jarvis è una piattaforma che permette di controllare e gestire diversi dispositivi (altoparlanti, sistemi di videosorveglianza e sicurezza, comfort e climatizzazione, automazione, illuminazione ecc.) che in condizioni normali non “parlerebbero” tra loro.

Il tutto viene poi reso disponibile all’utilizzatore (come facility manager, energy manager o anche utente finale) attraverso una interfaccia semplice ma completa. Ce ne ha parlato Luca Degli Esposti, fondatore e CEO di Jarvis.

“Jarvis è in grado di gestire decine di dispositivi di terze parti offerti dai più diversi produttori. È sufficiente che siano basati su standard aperti o che mettano a disposizione delle API per poterci interfacciare e trarre il meglio da ciascuno di essi”.

“In ambito residenziale proponiamo dei kit verticali pensati per rispondere alle esigenze che ciascun cliente ritiene più importanti: c’è infatti chi è più legato alla sicurezza delle persone, chi a quella dell’ambiente, chi ancora al risparmio energetico. Nel commerciale, invece, si punta molto sulla sostenibilità e sull’efficientamento della struttura, con un evidente saving economico, ma anche un miglioramento del comfort attraverso la gestione di parametri legati alla salubrità degli ambienti come temperatura, illuminazione e umidità. Pensiamo ad esempio alle palestre, ai centri commerciali, agli uffici o agli ambienti per il co-working. Se invece ci spostiamo sul retail, che negli ultimi due anni ha subito molto gli effetti del Covid e dei lockdown, è evidente come la minimizzazione dei consumi a parità di comfort sia un tema centrale. Per ognuna di queste situazioni, Jarvis è in grado di dare una risposta convincente”.

Il tutto naturalmente è basato su un servizio in cloud gestito via app che beneficia di algoritmi di intelligenza artificiale che analizzano costantemente le diverse variabili.

“Da questo punto di vista, offriamo un diverso approccio a seconda dell’utilizzatore al quale ci rivolgiamo. – spiega Degli Esposti – Nel mondo residenziale, l’utilizzatore è la persona comune che vuole poter disporre a piacimento dei dispositivi di casa. Attraverso una interfaccia semplice e intuitiva, Jarvis propone consigli proattivi generati dagli algoritmi di intelligenza artificiale in modo che l’utente valuti le scelte sulla base delle proprie necessità e dei propri gusti. A livello di edificio, in genere l’imprenditore o il facility manager non può valutare manualmente tutti i parametri in gioco. Jarvis consente quindi di attivare una sorta di pilota automatico pensato per ottimizzare i consumi mantenendo un elevato comfort. Naturalmente è sempre possibile intervenire su ogni singolo ambiente o dispositivo. Con questo approccio vantiamo casi reali nei quali abbiamo contribuito a ridurre le spese del 27% nell’arco di 2 anni, con evidente soddisfazione di tutti”.

Kosmos, il pulsante multifunzione di Kblue

Nicolò Dalle Molle Kblue
Nicolò Dalle Molle di Kblue

I dispositivi all-in-one sono molto apprezzati in ambito domotico. Per questo Kblue ha sviluppato Kosmos, un pulsante multifunzione in grado di assolvere a diverse funzioni all’interno di una moderna casa intelligente.

“Qui in fiera presentiamo il pulsante multifunzione Kosmos. – conferma Nicolò Dalle Molle di Kblue – Parliamo di pulsante perché prende il posto dei classici pulsanti delle serie civili (come quelle di Vimar, AVE, Bticino, Urmet ecc.), ma in realtà è un dispositivo multifunzione che si occupa del controllo tapparelle, della gestione connessa delle luci come interruttore o deviatore, è una sonda termostatica ed è utilizzabile come pulsante scenario. È inoltre dotato di relè smart con un ingresso e due uscite per dare all’installatore ulteriori possibilità di personalizzazione dell’impianto”.

Semplicemente sostituendo un frutto nella placca con Kosmos si abilitano le diverse funzioni programmate dall’installatore. È dotato di tecnologia touch e consente diverse interazioni: può alzare e abbassare le tapparelle, accendere, spegnere e dimmerare le luci e può essere collegato al sistema Klever, sempre di Kblue.

“Presentiamo per la prima volta dal vivo anche la nuova valvola termostatica con tecnologia Zigbee che, attraverso un gateway, abilita il controllo della temperatura anche da remoto e presenta alcune interessanti caratteristiche, come la funzione finestre aperte che rileva un brusco cambio di temperatura e spegne il riscaldamento per evitare sprechi”.

NEA Smart 2.0, la casa intelligente di Rehau è ora basata su KNX

Rehau NEA Smart 2.0Rehau ha aggiornato il proprio sistema di regolazione NEA Smart 2.0 allo standard KNX. Con il nuovo gateway, quindi, la regolazione della temperatura degli ambienti può ora essere facilmente integrata nelle Smart Home KNX, insieme ad altri elementi quali luci, tapparelle elettriche, sistemi di allarme ed elettrodomestici.

NEA Smart 2.0 è di semplice installazione nelle nuove costruzioni così come in quelle in fase di ristrutturazione poiché consente la connessione dei dispositivi sia in modalità cablata, sia wireless.

NEA Smart 2.0 offre una regolazione flessibile per ogni ambiente, sfrutta gli scenari e si adatta alle specifiche esigenze di ciascun utilizzatore. In questo modo porta un risparmio che può arrivare al 20% sulla bolletta energetica.

Attraverso la tecnologia Geofencing il sistema riconosce se ci sono persone in casa o se sono sulla strada del ritorno, regolando la temperatura di conseguenza. A fronte di una diminuzione improvvisa della temperatura ambiente, NEA Smart 2.0 riconosce una eventuale finestra lasciata aperta e spegne temporaneamente il riscaldamento per risparmiare energia.

Interessante, inoltre, la funzione di monitoraggio dell’energia utilizzata, che consente all’utente di decidere se intervenire sulle proprie abitudini per abbattere ulteriormente i consumi. Per l’installatore, la app consente di attivare la manutenzione software da remoto, evitando quando possibile l’uscita per la semplice configurazione dei parametri.

Non ultimo, il design ricercato dei termostati di controllo (disponibili in versione bianca o nera) permette di inserirsi in modo discreto n ogni tipo di ambiente. Il display a matrice Led, che nella versione bus presenta una piacevole cornice, è caratterizzato da un’interfaccia semplice e intuitiva.

Integrazione sistemica e risparmio energetico

casa intelligente UrmetL’ecosistema Yokis – brand di Urmet – consente di trasformare un appartamento in casa intelligente in modo molto semplice. Ad esempio è possibile gestire tapparelle, luci e automazioni.

“Le richieste relative a una casa connessa, semplice da gestire e in grado di garantire comfort, sicurezza e benessere è cresciuta nel tempo. – sottolinea Daniele Andreasi, product manager di Urmet Group – E anche Yokis è cresciuta in base alle esigenze. L’obiettivo però è sempre stato quello di proporre soluzioni a valore aggiunto, preservando la semplicità delle tradizionali modalità installative, e arricchire l’impianto elettrico con nuove funzionalità”.

Ideale sia per impianti nuovi sia per ristrutturazioni o evoluzioni dell’impianto esistente, Yokis assicura espandibilità dell’impianto senza opere murarie; inoltre è possibile aggiungere funzionalità anche successivamente. Tra le peculiarità che contraddistinguono Yokis troviamo l’installazione semplicissima in quanto i moduli possono utilizzare il cablaggio esistente e non necessitano di un bus di campo. Ma i vantaggi non finiscono qui, infatti “si ha la possibilità di creare una smart home completa grazie all’integrazione con le gamme di prodotti Urmet dedicate alla sicurezza, antintrusione e videosorveglianza, alla videocitofonia e con la serie civile Simon Urmet” aggiunge Andreasi.

Semplicità e praticità sono caratteristiche fondamentali per la smart home, al fine di rendere le soluzioni accessibili a un numero sempre maggiore di persone.

Informazioni su Andrea Pagani 8 Articoli
Giornalista tecnico, da 25 anni mi occupo della realizzazione di prodotti editoriali (carta, video, web) per vari settori applicativi: dal manifatturiero all'impiantistica, fino all'e-mobility.