Mobilità green a Milano: il trasporto pubblico si fa sempre più elettrico

ATM, la società dei servizi di trasporto pubblico milanese, è impegnata nella transizione dell'intera flotta verso l’elettrico entro il 2030. Una nuova tappa nel percorso si deve ad ABB

Mobilità green a Milano

Il futuro del trasporto pubblico milanese è destinato a essere sempre più green. Il capoluogo lombardo prevede di cambiare tutti i suoi 1.200 autobus diesel con nuovi autobus completamente elettrici entro il 2030. Una volta raggiunto l’obiettivo, l’intera gamma di servizi di trasporto pubblico di Milano, inclusi le metropolitane e i tram, sarà elettrica al 100%. Un nuovo recente contributo proviene da una partnership con ABB, multinazionale elettrotecnica operante nella robotica, nell’energia e nell’automazione.

La società ha infatti fornito ad ATM una soluzione chiavi in mano presso il deposito di San Donato che consentirà agli e-bus di completare il servizio senza necessità di ricariche intermedie nell’arco della giornata.

Mobilità green a Milano: gli obiettivi di ATM

ATM stima che, una volta  interamente implementata, la conversione dei propri autobus diminuirà i consumi di gasolio di 30 milioni di litri all’anno, riducendo così le emissioni di CO2 di 75mila tonnellate annue.

L’azienda di trasporti locale ha inoltre stabilito che tutta l’energia generata per alimentare i propri impianti elettrici dovrà essere garantita come proveniente da fonti rinnovabili certificate, quindi con un’impronta a emissioni zero.

Il piano finalizzato a sostituire gli autobus diesel della propria flotta con mezzi elettrici e a installare una infrastruttura di ricarica dedicata è il risultato di un impegno assunto dal capoluogo lombardo nel Summit sul clima di Parigi.

L’iniziativa prevede anche la realizzazione di quattro nuovi depositi interamente elettrici. Tra questi il deposito di San Donato occupa il ruolo di impianto “pilota” per future applicazioni. Per questo motivo, proprio questo deposito sta attualmente implementando varie soluzioni di ricarica, rientrando nel percorso progettuale che ATM ha sviluppato con il supporto del Politecnico di Milano.

Il sistema di ricarica di ABB

Anche ABB è stata coinvolta nell’ambito del piano che porterà a un trasporto pubblico completamente elettrico nel territorio meneghino. Nel marzo 2020 l’ATM ha commissionato alla multinazionale la realizzazione di un sistema di ricarica pilota, con contenuti tecnologici particolari anche in relazione alla possibilità di far fronte ai picchi di richiesta di energia.

ABB ha fornito una soluzione chiavi in mano inclusiva dell’installazione di 15 stazioni di ricarica Terra 124. I sistemi possono ricaricare rapidamente due veicoli alla volta o caricare un solo autobus a piena capacità, con attenzione ai costi. Fornendo ai mezzi un’autonomia fino a 180 Km in condizioni normali, la tecnologia permette agli e-bus di restare in servizio senza la necessità di una ricarica intermedia durante la giornata.

Oltre alla progettazione, la fornitura di ABB ha incluso la realizzazione dell’infrastruttura elettrica , il collegamento del sistema di ricarica alla sottostazione ATM e l’installazione di un EcoFlex Energy Storage Module da 324 kWh (ESM). Si riuscirà così a testare il potenziale futuro riuso dei pacchi batteria degli e-bus, dando loro una seconda vita come accumulatori stazionari e offrendo inoltre l’opportunità di re-immettere energia in rete, quando conveniente.

L’installazione si completa con un sistema di controllo EV Site Solution, progettato per ottimizzare il processo di ricarica riducendo al minimo la richiesta di energia.

Commentando il progetto, Frank Muehlon, Presidente della Divisione eMobility di ABB ha dichiarato: “Gli operatori impegnati nel trasporto pubblico affrontano sfide energetiche per la completa elettrificazione delle loro flotte e, al tempo stesso, sono alla ricerca di soluzioni olistiche che consentano nuove funzionalità per la gestione dell’energia e permettano alle batterie dei bus elettrici una seconda vita. ABB ha fornito un’infrastruttura di ricarica end-to-end completa per ATM che abilita le funzionalità digitali dell’Industria 4.0 grazie a piena connettività e Cloud Computing”.

Informazioni su Evelyn Baleani 66 Articoli
Giornalista e Web Editor freelance. Si occupa di contenuti per i media dal 2000. Dopo aver lavorato per alcuni anni in redazioni di società di produzione televisiva e Web Agency, ha deciso di spiccare il volo con un’attività tutta sua. Le sue più grandi passioni sono l'ambiente, il Web, la scrittura e la Spagna