Mobilità elettrica connessa: se bastasse uno smartphone?

Dalle tecnologie abilitanti ai servizi integrati per la mobilità elettrica, That’s Mobility 2019 decreta l’ascesa della gestione smart dell’infrastruttura di ricarica pubblica e privata

Mobilità elettrica smart e integrata - Designed by senivpetro / Freepik

La mission della e-mobility non si esaurisce acquistando un’automobile green. Per essere smart, la nuova idea di trasporto deve essere utile, semplice, accessibile e preferibilmente una mobilità elettrica connessa.

Intraprendere un viaggio alla guida di un’auto elettrica richiede infatti una certa pianificazione: dobbiamo considerare le tratte da percorrere, i punti di ricarica disponibili, i metodi di pagamento… insomma meglio non lasciare nulla al caso, almeno in questa epoca di “work in progress” dell’infrastruttura. Prima gli utenti riescono a ottenere queste informazioni, migliori saranno le esperienze legate alla mobilità sostenibile: ecco perché insieme all’evoluzione tecnologica delle auto elettriche e delle colonnine di ricarica, nel futuro della smart mobility ci sono i servizi integrati per gli utenti.

La mobilità elettrica cambia radicalmente il nostro modo di viaggiare, confermando l’importanza di servizi digitali e integrati che facilitino l’accesso ai punti di ricarica

E-mobility connessa: cosa si intende per servizi integrati

Google Maps categorizza le colonnine di ricarica come punti di interesse, mentre nel settore hospitality il vero “must” è offrire agli ospiti servizi a valore aggiunto per la mobilità elettrica. Due semplici esempi che riflettono un’esigenza in crescita, quella di capire in pochi clic sul proprio smartphone dove, quando e come ricaricare l’auto.

Un’evoluzione possibile grazie agli investimenti di utility, aziende e pubbliche amministrazioni in servizi digitali quali:

  • mobile app personalizzabili e integrabili in altre piattaforme;
  • e-roaming per ampliare le opzioni di ricarica;
  • geolocalizzazione delle stazioni di ricarica sulle mappe;
  • fatturazione automatica;
  • reportistica e diagnostica da remoto.

Da queste considerazioni nasce la proposta digitale per servizi di mobilità sostenibile in scena a That’s Mobility 2019.

L’infrastruttura di ricarica è (molto) questione di software

Sonepar e GMT presentano la piattaforma di mobilità elettrica ZapGridSemplificare la mobilità elettrica, agli utenti come ai proprietari/manutentori dell’infrastruttura: questo l’obiettivo di ZapGrid, applicazione nata dalla collaborazione tra il distributore Sonepar e la Esco padovana GMT. Un progetto innovativo per la gestione delle colonnine di ricarica che, indipendentemente dal marchio, genera una piattaforma smart e facilmente accessibile a tutti gli attori della filiera.

Il software 3 in 1 si rivolge ai gestori, per la programmazione e il monitoraggio in tempo reale di tutte le stazioni di ricarica, ai manutentori, con status di colonnine/prese, controllo funzionalità, identificazione degli errori e sblocco di emergenza da remoto, e ai consumatori, per trovare via app la giusta soluzione di ricarica in ogni occasione. ZapGrid si presenta come un servizio integrato e interoperabile dalle infinite possibilità di personalizzazione, per mettere a disposizione degli utenti un’infrastruttura di ricarica sempre più efficiente.

App, geolocalizzazione e pagamenti smart sono i servizi aggiuntivi più richiesti

Mobilità elettrica connessa per viaggiare senza pensieri

Sempre in tema di trasformazione digitale, That’s Mobility 2019 ha fatto chiaramente emergere il ruolo delle app e dei dispositivi mobili nello sviluppo della mobilità elettrica. Installare più colonnine non basta, se i clienti privati e pubblici non associano al sistema di ricarica una altrettanto performante interfaccia digitale.

Il general contractor svizzero Alpiq a That's Mobility 2019 con proposte integrateVa in questa direzione l’offerta presentata dal general contractor svizzero Alpiq, associando ai servizi di pianificazione, installazione e manutenzione delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici la piattaforma Italy easy4you, che offre l’accesso alla più vasta rete di ricarica in tutta Europa. La proposta di mobile app, geolocalizzazione e portale per i clienti comprende anche gestione tecnica, sistema di back-end e montoraggio delle stazioni di ricarica.

Eccone i principali vantaggi per utenti e gestori:

  • sistema di pagamento standardizzato;
  • interfaccia automatica di pagamento e fatturazione;
  • mappa di stazioni di ricarica disponibili in tutta Europa;
  • implementazione rapida e semplice.

Altro interessante service provider è Be Charge, operatore integrato nella mobilità elettrica che, attraverso la gestione della propria infrastruttura di ricarica pubblica, permette ai viaggiatori green di ricaricare l’auto elettrica su tutto il territorio nazionale. In poche e semplici mosse via app, gli utenti possono infatti avviare o interrompere la ricarica e gestire in sicurezza anche i pagamenti con carta di credito, tramite interfaccia interattiva e user-friendly. Il tutto, con la notevole flessibilità delle capacità di ricarica, che va da 3 kW a 50 kW.

Smart mobility: cosa fanno le pubbliche amministrazioni?

La start-up Enermia presenta servizi di ricarica dedicati a PA, aziende e privatiL’ultima tappa del nostro percorso di innovazione è dedicata alle amministrazioni locali, che troppo spesso pagano lo scotto di eccessiva burocrazia, confusione normativa e mancanza di fondi. Per facilitarne l’accesso alla mobilità elettrica, la start-up Enermia propone servizi integrati che vanno dalla progettazione alla realizzazione di un’infrastruttura di ricarica.

In particolare, alle amministrazioni che non hanno fatto richiesta di finanziamenti pubblici all’interno del PNIRE, Enermia offre la realizzazione di un progetto pilota totalmente a proprie spese, in cambio dei proventi generati dalle ricariche effettuate. Ogni comune, a fronte di una spesa sostanzialmente nulla, potrà dunque avviare un progetto pilota e sostenere la smart mobility. Insomma, la soluzione ideale per attrarre turismo, migliorare i servizi ai cittadini e intraprendere progetti eco-friendly.

Maria Cecilia Chiappani
Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 274 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.