Mobilità aziendale sostenibile? Il welfare del futuro

Edileco, GaiaGo e Gruppo Sicav 2000 pensano alla mobilità aziendale sostenibile, portando in Valle d’Aosta un nuovo progetto elettrico di sharing mobility

Mobilità aziendale sostenibile: l'esempio valdostano

Due auto elettriche, un’app intelligente e una nuova forma di walfare legato al territorio e all’ambiente. Così, la mobilità aziendale sostenibile e condivisa approda in Valle d’Aosta, tra i dipendenti della cooperativa Edileco.

Il progetto si chiama Community Mobility Sharing e promuove innovazione green, comunità e inclusione attraverso un servizio digitale completo.

Mobilità aziendale sostenibile: come funziona

Cosa significa condividere l’auto aziendale elettrica? Semplice: i 70 dipendenti di Edileco hanno disposizione, attraverso l’app di GaiaGo, un servizio di mobilità ottimizzato. Da qui possono prenotare l’utilizzo delle due vetture elettriche Renault Zoe fornite dal Gruppo Sicav 2000 per pianificare i propri spostamenti.

Gli obiettivi sono diffondere pratiche sostenibili nella comunità, valorizzare il territorio e creare un nuovo welfare legato alla mobilità meno estesa e più qualitativa

“Il nostro impegno nella realizzazione di abitazioni green per le famiglie valdostane risponde a un problema enorme: l’inquinamento prodotto dai riscaldamenti domestici – spiega Sara Faraci, responsabile della comunicazione Edileco -. Questa, però, non è l’unica fonte di emissioni nocive: abbiamo voluto pensare, in collaborazione con la start up innovativa EcoFuture Lab, anche all’altra parte importante del nostro impatto sul territorio: la mobilità”.

Usare l’auto solo quando serve

Due automobili possono sembrare poche, ma la scelta è dettata da una precisa visione del trasporto sostenibile. Se non si promuove concretamente la sharing mobility, infatti, nel 2030 si conteranno 2 miliardi di mezzi circolanti (fonte: World Economic Forum). Per scongiurare questo surplus, il modello di GaiaGo offre modalità di spostamento alternative, basate sulle reali esigenze di mobilità delle persone.

La collaborazione valdostana vuole dunque “educare” la community aziendale all’uso corretto e sostenibile dei mezzi di trasporto. In una pioneristica forma di welfare che valorizza cittadini, territori e micro economie locali.

Dalla sharing mobility alla casa sostenibile

Cosa ne pensano gli interessati? A quasi due mesi dall’attivazione del progetto, il servizio di mobilità aziendale sostenibile sembra piacere. Da marzo si contano infatti oltre 100 viaggi e quasi 3.500 km percorsi, per una durata media di circa 40 minuti a spostamento.

Il futuro di questa collaborazione è ancor più integrato. Entro la fine del 2021, le piattaforme GaiaGo troveranno spazio anche nei progetti edilizi della cooperativa.

Informazioni su Redazione 1179 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.