I furgoni elettrici Mercedes-Benz per le consegne europee di Amazon

La casa tedesca fornirà 1.800 van al colosso dell'e-commerce nel 2020. Entrambe le aziende firmatarie del Climate Pledge per anticipare l'azzeramento delle emissioni

furgoni elettrici Mercedes per Amazon

Ci sono aziende piccole, medie e di grandi dimensioni. Poi ce ne sono altre, ovviamente meno numerose, il cui fatturato è paragonabile a quello di uno Stato. E se due di queste mega aziende, nella fattispecie Amazon e Mercedes-Benz, annunciano un accordo, la cosa è destinata inevitabilmente a catturare l’attenzione, tanto più che trattasi di un’intesa importante proprio nell’ottica della green economy.

Il colosso automobilistico fornirà infatti entro l’anno al più importante “negozio” del pianeta ben 1.800 furgoni elettrici Mercedes-Benz Vans per effettuare le consegne sul territorio europeo contribuendo quindi al risparmio di migliaia di tonnellate di CO2. Per la casa tedesca si tratta del più grande ordine di veicoli elettrici fino ad oggi, il che rende Amazon il suo partner più importante nel trasporto sostenibile.

I due modelli di furgoni elettrici oggetto dell’accordo

In particolare, la commessa comprende oltre 1.200 eSprinter, il nuovissimo van commerciale elettrico di Mercedes-Benz, un modello più ampio rispetto a eVito, il primo veicolo a emissioni zero uscito dalla catena di montaggio. L’eSprinter include funzionalità di sicurezza all’avanguardia, compreso il freno di stazionamento elettrico, l’assistente alle frenate di emergenza, telecamera posteriore, blind spot assist e altro.

L’ordine di Amazon include, inoltre, 600 esemplari del citato eVito, il van elettrico di medie dimensioni che offre ai partner del servizio di consegna, operanti in aree geografiche che necessitano di un veicolo di formato più piccolo, un’opzione di consegna a emissioni zero.

La soddisfazione di Jeff Bezos per l’intesa

“Abbiamo bisogno che l’innovazione e le partnership con case automobilistiche come Mercedes-Benz continuino senza sosta per decarbonizzare il settore dei trasporti e fronteggiare la crisi climatica – ha sottolineato il fondatore di Amazon, Jeff Bezos -. L’acquisto di 1.800 veicoli elettrici per le consegne rappresenta un passaggio del nostro percorso verso la creazione della flotta di trasporto più sostenibile al mondo, e procederemo rapidamente per portare questi furgoni su strada entro l’anno”.

“Sono lieto della prosecuzione e intensificazione della nostra collaborazione con Amazon e del lavoro congiunto che stiamo portando avanti per il futuro del trasporto a batteria elettrica – ha affermato a sua volta Marcus Breitschwerdt, Head of Mercedes-Benz Vans -. Attraverso l’eVito e l’eSprinter offriamo veicoli elettrici che hanno le caratteristiche ideali in termini di attrezzature e autonomia per le esigenze del settore dei corrieri espressi e per la consegna delle merci nel cosiddetto ultimo miglio”.

L’adesione al Climate Pledge e gli impegni conseguenti

climate pledgeVa inoltre sottolineato come Mercedes-Benz ha appena annunciato la sua adesione al Climate Pledge, istituito congiuntamente da Amazon e Global Optimism, che impegna i suoi firmatari ad azzerare le emissioni nette di CO2 delle loro attività entro il 2040, un decennio in anticipo rispetto all’obiettivo del 2050 previsto dall’Accordo di Parigi.

Climate Pledge che vede, appunto, Amazon recitare un ruolo primario con l’impegno di operare esclusivamente con energia rinnovabile entro il 2025.

Il colosso dell’e-commerce sottolinea come nel mondo conta 91 progetti di energia rinnovabile che hanno la capacità di generare più di 2.900 MW e produrre circa 7.5 milioni di MWh di energia all’anno. Iniziative che includono 31 progetti di energia rinnovabile eolica e solare su scala industriale e 60 tetti con pannelli solari nei centri Amazon di distribuzione e di smistamento in tutto il mondo.

Marco Ventimiglia
Informazioni su Marco Ventimiglia 81 Articoli
Giornalista ed esperto di tecnologia