Sanificazione dell’aria: le soluzioni impiantistiche tra cui scegliere

La qualità dell’aria degli ambienti interni è un fattore fondamentale per assicurare il comfort interno di chi li vive. L'inquinamento indoor può essere migliorato grazie alle tecnologie

Ventilazione meccanica o sanificazione dell’aria: cosa scegliere

La qualità dell’aria degli ambienti interni è un fattore fondamentale per assicurare il comfort interno di chi li vive, si tratti di residenze, posti di lavoro o spazi pubblici. Molto spesso si sottovaluta il fatto che il livello di inquinamento indoor può raggiungere o anche superare quello rilevabile all’aperto. Infatti, in uno spazio chiuso si accumulano diverse tipologie di inquinanti, di natura chimica, fisica e biologica. Basti pensare alle muffe o alle polveri sottili. Quali sono, quindi, le soluzioni per assicurare sempre la salubrità degli ambienti? La risposta, in realtà, può prendere in considerazione l’installazione di differenti tipologie di impianti, a seconda del loro funzionamento e dell’obiettivo che ci si pone. Si va dai sistemi di ventilazione meccanica a quelli per la sanificazione dell’aria. Si tratta, tra l’altro, di un tema che ha assunto un rilievo particolarmente importante nel corso dell’ultimo anno, a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

La qualità dell’aria interna, in ogni caso, ha un impatto diretto sul benessere, ma anche sulla salute delle persone, non a caso si parla di “sindrome da edificio malato”, per dare risposta a disturbi quali patologie alle vie respiratorie o allergie causate da ambienti insalubri.

indice della qualità dell'aria

Ventilazione meccanica o sanificazione dell’aria: quali sono le differenze?

Sia la ventilazione meccanica, sia i sistemi di sanificazione dell’aria possono contribuire a favorire la salubrità degli ambienti interni, ma in modo diverso. Senza voler parlare di quale dei due possa essere di maggior importanza, è bene sapere nel caso di un impianto di ventilazione meccanica questo lavora per assicurare un certo grado di ricambi d’aria ogni ora. L’impianto estrae l’aria viziata presente nell’edificio e ne immette di fresca e pulita proveniente dall’esterno. Chiaramente, l’aria in ingresso viene appositamente trattata e pre-riscaldata.

Nel caso di un sistema di sanificazione, invece, si avvia un processo di purificazione dell’aria presente all’interno di un ambiente, rimuovendo batteri e altri agenti patogeni. Se si installa un sistema di ventilazione meccanica, quindi, eventuali microrganismi o altri agenti vengono diluiti con il continuo inserimento di aria nuova, mentre nel caso della sanificazione gli agenti patogeni vengono completamente neutralizzati. La combinazione di questi due sistemi permette, nel complesso, di abbattere la carica virale e microbica, eliminare i cattivi odori, abbattere i livelli di inquinanti.

Le tecnologie disponibili oggi per la sanificazione dell’aria

Le tecnologie per la sanificazione dell’aria sono studiate da tempo, in quanto il tema della qualità dell’aria interna non è una novità, per quanto l’attenzione sia recentemente molto aumentata. Oggi è possibile scegliere tra differenti tecnologie, principalmente basate sulla fotocatalisi grazie alla luce UV e sui processi di ionizzazione dell’aria. Nel primo caso si innesca una reazione di ossidazione, che si avvia per la reazione della luce con l’umidità relativa presente dell’aria dell’ambiente. Si tratta di un sistema molto efficace per eliminare soprattutto alcuni inquinanti, come i VOC e la formaldeide. È indicativamente lo stesso meccanismo con cui funzionano le vernici fotocatalitiche che purificano l’aria, trasformando agenti inquinanti in sostanze innocue.

La ionizzazione, invece, funziona grazie alla possibilità di elettrificare le molecole dei gas presenti nell’aria, producendo ioni negativi che si legano alle particelle inquinanti presenti nell’aria. In questo modo le sostanze tendono a depositarsi sulle superfici, senza rimanere più in sospensione nell’aria. Si basa su questo meccanismo la tecnologia a plasma freddo, che carica elettricamente l’aria a temperatura ambiente.

In quanto descritto finora, non si ricorre ad alcun componente chimico e non è necessario introdurre nell’ambiente alcun tipo di sostanza igienizzante, come invece viene fatto con i sistemi di ozonizzazione. In questo caso, infatti, si sfrutta la capacità dell’ozono di disaggregare diversi tipi di molecole. È bene ricordare, però, che elevate quantità di ozono sono a loro volta dannose per la salute delle persone.

Che soluzione scegliere per la purificazione dell’aria?

Innanzitutto va detto che le tecnologie presentate possono essere utilizzate anche in modo combinato. Per quanto riguarda l’effettivo impianto necessario, invece, la scelta dipende da differenti fattori, come la tipologia e la dimensione di ambiente da trattare, l’uso che se ne fa e il budget a disposizione.

Esistono purificatori d’aria con capacità più o meno contenuta e installabili in qualsiasi ambiente, in modalità stand-alone.

purificazione dell'aria

In alternativa, ci sono anche sistemi che si combinano con gli impianti di ventilazione o di climatizzazione, inserendo al loro interno la tecnologia necessaria alla purificazione dell’aria. in questo caso, quindi, non si tratta di dispositivi “autonomi”, ma di soluzioni impiantistiche, che richiedono un altro tipo di intervento per l’installazione e hanno costi chiaramente differenti. Il vantaggio risiede sicuramente nel soddisfare, con un solo impianto, più necessità, garantendo ottimi livelli di qualità dell’aria interna.

Un’altra eventuale possibile distinzione riguarda il tempo di funzionamento, in quanto non tutte le tecnologie disponibili sono attive in continuo. In alternativa, i dispositivi possono attivarsi solo quando vengono rilevate effettive concentrazioni di determinati inquinanti.

Informazioni su Gaia Mussi 88 Articoli
Laureata in Progettazione Tecnologica e Ambientale, da sempre appassionata ai temi della sostenibilità e della tecnologia. Collabora come copywriter con portali, magazine e aziende per la creazione di contenuti inerenti il campo dell’edilizia, della sostenibilità e del risparmio energetico

1 Trackback / Pingback

  1. Ventilazione nelle scuole per ripartire in sicurezza - ElettricoMagazine

I commenti sono bloccati.