Vodafone, rete europea green entro il 2030

Vodafone punta a ridurre il proprio impatto ambientale grazie all'utilizzo di energia 100% proveniente da fonti rinnovabili entro il 2030. L'Italia è già al 97% del traguardo.

Smartphone

Vodafone ha annunciato che entro luglio 2021 la propria rete europea sarà alimentata al 100% da energia elettrica rinnovabile, creando una rete per i clienti in 11 mercati che si svilupperà in maniera sostenibile utilizzando solo fonti eoliche, solari o idriche/idroelettriche.

Ma l’impegno del gruppo va oltre, sostenendo i clienti business che utilizzano i suoi servizi nel ridurre le proprie emissioni di carbonio per un totale complessivo di 350 milioni di tonnellate a livello globale nel decennio 2020/2030.

L’obiettivo di Vodafone: connettere le persone in modo sostenibile

L’obiettivo di Vodafone è quello di connettere tra loro un miliardo di persone e in modo sostenibile.
Già nel 2019 Vodafone ha acquistato tutta l’energia elettrica da fonti rinnovabili, con l’impegno di ridurre della metà la sua impronta ecologica entro il 2025 e riutilizzare, rivendere o riciclare il 100% i rifiuti della sua rete a supporto dell’economia circolare.

Vodafone 100% green entro il 2030«Mentre la società si ricostruisce e riprende dalla crisi del COVID-19, abbiamo un’opportunità per ridisegnare il nostro futuro in maniera sostenibile, per garantire che la ripresa non avvenga a discapito dell’ambiente. – ha confermato Nick Read, CEO del Gruppo Vodafone – L’accelerazione del nostro passaggio al 100% di energia rinnovabile sulle reti europee cambierà per sempre il modo in cui alimentiamo la nostra tecnologia, riducendo la nostra dipendenza dai combustibili fossili, aiutando i nostri clienti a gestire le proprie risorse più efficacemente e a ridurre le loro emissioni di carbonio e, contemporaneamente, contribuendo a creare un pianeta più pulito per tutti».

L’obiettivo per la riduzione del carbonio è stato determinato con l’aiuto di esperti di carbonio e sostenibilità a livello mondiale, il Carbon Trust, con cui Vodafone lavora da anni. Il Carbon Trust ha calcolato la quantità totale delle emissioni che Vodafone ha contribuito a far evitare ai suoi clienti business e ha delineato possibili scenari futuri per comunicare gli obiettivi di Vodafone in questo ambito.

Entro il 2025 circa l’80% dell’energia utilizzata dalle reti Vodafone verrà da fonti rinnovabili ottenute direttamente dalle reti nazionali di elettricità tramite Contratti di Acquisto dell’energia elettrica e con tariffe green. Il restante 20%, fornito da Vodafone ai suoi locatori per edifici e altre infrastrutture, sarà invece coperto da certificati per energie rinnovabili. Ove possibile, Vodafone investirà anche in impianti per la creazione di energia in loco, principalmente utilizzando pannelli solari.

Già oggi Vodafone Italia utilizza il 97% di energia da fonti rinnovabili con l’obiettivo, in linea con il Gruppo, di raggiungere il 100% entro il 2021. Non solo: nell’ultimo anno, grazie all’impiego di dispositivi Smart IoT (come smart meter, smart logistics, cloud &hosting, ecc.) ha registrato una riduzione di emissioni pari a 1.306.815 tCO2e (tonnellate di CO2 equivalenti).

Redazione
Informazioni su Redazione 1027 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.