Danni e incidenti domestici: 1 italiano su 3 non si sente sicuro in casa

Secondo una ricerca dell’Osservatorio Sara Assicurazioni, 1 italiano su 3 dichiara di non sentirsi al sicuro in casa propria sia perché l’edificio è datato sia per paura incidenti domestici come fughe di gas e corto circuiti

sentirsi al sicuro a casa: cosa ne pensano gli italiani?

Ben un italiano su tre (31%) dichiara di non sentirsi al sicuro in casa, perché vive in un edificio datato, e non saprebbe a chi rivolgersi nel caso in cui si verificasse un danno o incidente domestico.

È quanto emerge dall’ultima ricerca dell’Osservatorio Sara Assicurazioni, enfatizzato dal fatto che nell’ultimo anno e mezzo l’ambiente domestico è stato vissuto molto a causa della pandemia da coronavirus.

Tra i possibili danni legati alla propria casa, al primo posto troviamo il rischio di terremoto (44%), proprio per le sue conseguenze specie su edifici privi di adeguate misure antisismiche. Seguono altri fenomeni, come le fughe di gas (38%), il rischio di incendio (30%), le perdite d’acqua (23%) e i corto circuiti (18%).
Il 20% degli italiani è preoccupato da eventi atmosferici intensi, mentre un 24% segnala i piccoli incidenti domestici, come l’inciampo o lo scivolare su pavimenti bagnati.

sentirsi al sicuro in casa - infografica Sara Assicurazioni

Come sentirsi al sicuro in casa

Come è possibile proteggersi? Se da un lato il 31% degli italiani ritiene che occorrerebbero comportamenti quotidiani più responsabili e una minore sottovalutazione dei pericoli legati al vivere la casa, il 24% degli intervistati pensa che sia anche importante rendere gli edifici più moderni nelle strutture, negli impianti e nel livello tecnologico, e un ulteriore 16% sostiene che occorrerebbe maggiore informazione su questi argomenti.

Oggi è possibili intervenire sugli edifici migliorandone l’efficienza energetica e la tenuta sismica grazie a tecnologie innovative in grado di rendere le case sicure, confortevoli e semplici da vivere. Inoltre il governo ha varato diverse misure – Superbonus, bonus ristrutturazioni, Ecobonus, bonus facciate – che offrono l’opportunità di ammodernare il patrimonio edilizio del Paese, migliorarne l’efficienza energetica e aumentarne la sicurezza.

Oltre a questo, gli italiani sottolineano anche l’utilità di una polizza assicurativa, con garanzie economiche in caso di spese per la riparazione di danni (41%), ma anche perché permette di contare su professionisti qualificati in caso di necessità (14%) così come di provare un senso più generale di protezione (23%).

Per rispondere alle esigenze di sicurezza e protezione, Sara Assicurazioni offre soluzioni mirate e all’avanguardia, che sono tra l’altro state integrate con una innovativa garanzia a tutela di possibili controversie burocratiche chi decide di ristrutturare casa avvalendosi delle detrazioni fiscali previste dal Superbonus.

Informazioni su Alessia Varalda 1738 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.