Nuovi bandi accumulo: MyReserve risponde

Bandi accumulo Regione Veneto e Regione Lombardia: Solarwatt ha esteso le certificazioni CEI 0-21 della soluzione unica per l’autoconsumo

MyReserve Solarwatt risponde alle specifiche dei bandi accumulo veneto e Lombardia

Il Nord Italia punta decisamente su una strategia incentrata sulle rinnovabili e sull’autoconsumo dell’energia prodotta da fotovoltaico. Sia il Veneto sia la Lombardia hanno indetto due nuovi bandi accumulo per supportare l’installazione di batterie per i piccoli impianti fotovoltaici.
La Lombardia e il Veneto sono rispettivamente la prima e la seconda regione per autoconsumo fotovoltaico.
La giunta lombarda mette a disposizione 4,4 milioni di euro, mentre il Veneto pubblica un bando da 2 milioni.

MyReserve di Solarwatt risponde alle specifiche dei due bandi

Il sistema di accumulo MyReserve può essere proposto sia in retrofit sia per nuovi impianti per rispondere ai bandi della Regione Lombardia e della Regione Veneto.

Fronius Symo è l’inverter trifase adatto a impianti di qualsiasi dimensione: grazie al SuperFlex Design è infatti l’apparecchio ottimale per tetti spioventi o con diversi orientamenti.

La serie SMA Sunny Boy AV-41 completa la gamma degli inverter monofase SMA per il settore residenziale, grazie infatti alla funzione OptiTrac Global Peak è assicurata la massima resa anche in caso di ombreggiamento lieve.

Certificazione CEI 0-21

La CEI 0-21, norma che definisce la compatibilità degli impianti fotovoltaici con la rete elettrica, con riferimento specifico a inverter e sistemi di accumulo, è stata aggiornata lo scorso aprile.

Solarwatt prosegue gli investimenti per ottenere la certificazione CEI 0-21: l’11 luglio è stata ufficializzata la compatibilità di MyReserve con la gamma completa dei Fronius Symo, che copre anche gli inverter con classi di potenza fino a 20 kW. Inoltre la certificazione copre anche i Sunny Boy 41 di SMA.

Anche per la batteria MyReserve Solarwatt, che si collega all’impianto fotovoltaico sul lato corrente continua e non ha alcuna interfaccia diretta con la rete, è necessario l’attestato di compatibilità che testimoni gli esiti dei test con i diversi modelli di Inverter.

“In questi anni Solarwatt ha investito sul mercato italiano: oltre agli adempimenti burocratici e tecnici necessari per ottenere le certificazioni ha consolidato la rete commerciale e effettuato diversi corsi di formazione tecnici e commerciali per contribuire a consolidare il brand anche sul mercato degli utenti finali – afferma Fabrizio Limani, country manager di Solarwatt Italy – I nuovi bandi per i Sistemi di Accumulo sono un’opportunità: il nostro sistema, modulare e configurabile in funzione delle esigenze del singolo utente, è realizzato con celle di litio in grado di durare fino a 15 anni e una garanzia di 10 anni a cicli infiniti”.

Avatar
Informazioni su Alessia Varalda 1332 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.