Le fiere ai tempi del Coronavirus

MCE-Mostra Convegno Expocomfort, Salone del Mobile, Mecspe, Light + Building: il sistema fieristico viene duramente colpito dall’effetto Coronavirus

Coronavirus

In questi giorni a dir poco surreali in cui arrivano solo mail con oggetto “Rinviato a data da destinarsi…”, “Annullato…”, “Spostato a giugno o settembre…” le regioni Lombardia, Emilia Romagna e Veneto fanno i conti con il Coronavirus. Eventi, convegni, presentazioni, semplici incontri stampa: tutto sospeso in ottemperanza alle indicazioni per contenere il contagio da Coronavirus.

Sembra di vivere in una bolla, nella quale anche solo respirare pare arduo e lavorare (al di là dello smart working) sembra qualcosa a cui difficilmente si riesce a pensare. Forse anche per questo la mia mente ha pensato a “L’amore ai tempi del colera” di Gabriel García Márquez. Certo la situazione e le conseguenze sono decisamente diverse, ma “le fiere ai tempi del Coronavirus” è un titolo che rende bene l’idea di ciò che sta capitando.

Un problema enorme per le fiere nazionali e internazionali che nel mese di gennaio (e fino a metà febbraio) hanno pensato e sperato di poter ospitare aziende e visitatori in sicurezza. Poi, in un weekend di follia, tutto è cambiato e una dopo l’altra sono arrivate disdette e spostamenti in tutti i settori.

Sistema fieristico italiano

“Le fiere italiane sono uno strumento di grandissima importanza per la nostra economia. Ogni anno il comparto italiano coinvolge circa 200.000 espositori e 20 milioni di visitatori, genera affari per 60 miliardi di euro e dà origine al 50% delle esportazioni delle imprese che vi partecipano. Numeri importanti che crescono se consideriamo anche l’indotto come trasporti, ricettività e ristorazione” sottolinea Giovanni Laezza presidente di AEFI-Associazione Esposizioni e Fiere Italiane nel comunicato.

“Con la crisi sanitaria in atto, è impossibile fare delle stime sull’incidenza economica dell’epidemia di Coronavirus, in quanto i provvedimenti del Governo e delle Regioni sono in continuo cambiamento. – aggiunge Laezza – È molto difficile prevedere l’evoluzione della situazione e la durata nel tempo, ed è difficile prevedere gli effetti a livello internazionale perché non dobbiamo dimenticare che il problema non coinvolge solo l’Italia”. E aggiungiamo ricadute economiche che coinvolgono qualsiasi settore: industria, turismo, trasporti, ristorazione, agricoltura e commercio in generale.

Il coronavirus impatta sulle fiere dell’impiantistica, dell’illuminazione e del design

Da domenica 23 febbraio si susseguono i comunicati che annunciano la posticipazione di fiere internazionali e di eventi.

Tra le prime vittime nel nostro settore Light + Building 2020, una delle principali fiere internazionali dell’illuminazione, in cui tradizionalmente le aziende italiane fanno la parte del leone. La manifestazione in programma a marzo è stata rimandata a settembre.

Subito dopo, l’annuncio della regione Emilia Romagna che comunica che per tutto il mese di marzo non verranno svolti eventi fieristici. Di conseguenza MecSpe, originariamente prevista dal 26 al 28 marzo a Parma, viene ricalendarizzata dal 18 al 20 giugno 2020.

Nella serata di ieri è arrivata la decisione di spostare i due principali appuntamenti milanesi: MCE-Mostra Convegno Expocomfort e il Salone del Mobile.

La fiera internazionale delle ferramenta Eisenwarenmesse – prevista a Colonia dal 1 al 4 marzo 2020- è stata rinviata praticamente di un anno, a febbraio 2021.

Senza contare Eventi come Mido (a più importante fiera internazionale degli occhiali) a Milano, Cosmoprof (la fiera della cosmesi) a Bologna, Identità Golose… un lungo elenco che sembra non avere mai fine.

Spostati, probabilmente a settembre, l’evento MCE In the City e la Settimana delle Energie Sostenibili del Comune di Milano, previsti a Milano dal 18 al 22 marzo 2020.

Anche Vinitaly di Verona – che sembrava resistere  – è stato stato posticipato al 17-20 giugno 2020.

Fiere della distribuzione elettrica

Anche le fiere dei distributori di materiale elettrico – dedicate ad installatori e impiantisti – non passano indenni dal coronavirus: la prima ad essere spostata è Elettromondo 2020 di Padova che doveva svolgersi dal 16 al 18 aprile 2020. A momento è posticipata a giugno.

Le nuove date

8-11 settembre 2020
MCE – Mostra Convegno Expocomfort, principale appuntamento dedicato a impiantistica civile e industriale, climatizzazione ed energie rinnovabili – Rho Fiera
BIE – Biomass Innovation Expo, l’evento riservato alla filiera delle biomasse termiche – Rho Fiera

27 settembre – 2 ottobre 2020
Light + Building 2020 – Francoforte

28-30 settembre 2020
Sps Italia – Parma

16-21 giugno 2020
59a edizione del Salone del Mobile, principale appuntamento al mondo dedicato a arredo e design

 

Avatar
Informazioni su Alessia Varalda 1537 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.