Perché attuare un Sistema di Gestione dell’Energia

Risparmiare energia non significa solo consumarne meno, ma anche utilizzare in modo efficace ed efficiente le risorse a disposizione

Il sistema di Gestione dell'energia aiuta le aziende

Risparmiare energia significa consumare meno risorse, inquinare meno ed essere più sostenibili. Il tema energetico, legato a quello ambientale, ha assunto un rilievo sempre maggiore con il passare del tempo e il dibattito sullo sviluppo sostenibile è nato con la crisi petrolifera degli anni ’70. Proprio in quegli anni nacque anche la IEA, ovvero l’International Energy Agency, che si pone lo scopo di coordinare le politiche energetiche dei paesi membri e di indirizzarle verso l’idea di sviluppo sostenibile.

Secondo i dati dell’IEA i consumi mondiali di energia sono in costante aumento e possono essere considerati come i responsabili del 60% delle emissioni di gas serra. Ciò è sufficiente per comprendere perché risparmiare energia sia tanto importante.

Che cos’è e a cosa serve in azienda

Un Sistema di Gestione dell’Energia è un insieme di strategie, azioni, procedure e istruzioni pianificate e attuate proprio con lo scopo di gestire le attività aziendali assicurando il risparmio energetico.

Risparmiare energia non significa solo consumarne meno, ma anche utilizzare in modo efficace ed efficiente le risorse a disposizione.

Per poter fare tutto ciò, la norma ISO 50001 definisce quali sono i requisiti per l’implementazione di un Sistema di Gestione per l’Energia e aiuta nell’implementazione di una politica energetica e nella definizione di precisi obiettivi aziendali. Quando un’azienda implementa questo standard, potrà poi rivolgersi ad un ente terzo accreditato che si occuperà di certificare la coerenza del sistema con i requisiti della norma e la sua efficacia. Questo standard, che ha valore internazionale, è stato pubblicato per la prima volta nel 2011 e da allora sono migliaia le aziende che hanno deciso di certificarsi. Per questo, la ISO 50001 già stata rivista ed aggiornata nel 2018, con lo scopo di allinearsi al mercato e al contesto attuali.

I vantaggi di un Sistema di Gestione dell’Energia

Il vantaggio principale di un Sistema di Gestione dell’Energia, chiaramente, è quello di favorire lo sviluppo di pratiche e azioni per il risparmio energetico in azienda.

L’adozione di un modello sviluppato secondo la ISO 50001 è davvero utile per un uso più consapevole e razionale dell’energia. In realtà, il risparmio energetico è solo l’obiettivo ultimo e per raggiungerlo i Sistemi di Gestione dell’Energia aiutano le aziende nel comunicare in modo trasparente le proprie politiche energetiche, offrono un supporto per la razionalizzazione delle attività e sono di aiuto nella scelta delle tecnologie e delle soluzioni energetiche da attuare o applicare in azienda.

I motivi per certificarsi, però, non si fermano qui. Infatti, l’attenzione pubblica è sempre più sensibile verso le tematiche ambientali e quando le aziende si impegnano per lo sviluppo sostenibile e il risparmio energetico, la loro reputazione ne beneficia sicuramente. Infine, l’implementazione di un Sistema di Gestione per l’Energia si può facilmente integrare con altri sistemi di gestione aziendale, ad esempio secondo le norme ISO 14001 per l’ambiente, ISO 45001 per la salute e sicurezza sul lavoro e ISO 9001 per la qualità.

Audit e certificazione per le aziende

Come funziona?

Il Sistema di Gestione dell’Energia si basa sulla norma ISO 50001 che segue il ciclo “Plan-Do-Check-Act”, che regola l’approccio alla gestione dell’energia e anche le pratiche organizzative aziendali. La fase di “Plan”, ovvero di pianificazione, richiederà appunto di pianificare e programmare le attività. Concretamente, sarà necessario svolgere un’analisi del contesto in cui si opera, stabilire una politica energetica, analizzare i rischi e le opportunità e stabilire un team che si occuperà del tema della gestione dell’energia e dell’implementazione del sistema.

Inoltre, è in questa fase che è richiesta anche un’analisi degli usi energetici, degli obiettivi e dei target per la riduzione dei consumi, così come di un piano finalizzato a migliorare le performance energetiche. Nella fase corrispondente alla voce “Do” si svolge tutta l’attività operativa, implementando quanto definito in quella precedente.

Durante la fase di “Check”, invece, si provvederà a monitorare e misurare l’andamento di ogni processo e attività, per poi intraprendere apposite azioni (“Act”) per assicurare il raggiungimento degli obiettivi e le performance energetiche stabilite. Tutto il sistema si basa, poi, su un insieme di documenti, che includono procedure e istruzioni utili a definire le modalità operative con cui svolgere tutte le attività citate.

Gaia Mussi
Informazioni su Gaia Mussi 46 Articoli
Laureata in Progettazione Tecnologica e Ambientale, da sempre appassionata ai temi della sostenibilità e della tecnologia. Collabora come copywriter con portali, magazine e aziende per la creazione di contenuti inerenti il campo dell’edilizia, della sostenibilità e del risparmio energetico

1 Trackback / Pingback

  1. L'Intelligenza Artificiale per abbattere i consumi energetici

I commenti sono bloccati.